Verstappen: "La verità è che oggi ci mancava un po' di passo"

L'olandese della Red Bull ha ottenuto il secondo posto alle spalle del rivale per l'iride 2021 Lewis Hamilton. Max ha affermato di non aver avuto il passo, nella giornata di oggi, per contrastare Lewis.

Verstappen: "La verità è che oggi ci mancava un po' di passo"

Un secondo posto dolce-amaro. Max Verstappen ha chiuso il Gran Premio del Portogallo alle spalle della Mercedes W12 numero 44, quello del rivale per il titolo Mondiale Lewis Hamilton. Un buon risultato, che però ha uno strano retrogusto.

Nelle prime fasi di gara Verstappen non solo ha superato Hamilton, ma per qualche giro ha addirittura insidiato Valtteri Bottas, avendo la concreta possibilità di giocarsi la vittoria. Poi, però, l'olandese della Red Bull ha subito il ritorno di Hamilton che ha prima passato lui, poi Bottas, andando a prendersi la vittoria numero 97 della sua carriera in F1.

"Ho fatto una gara discreta. Ho fatto una buona ripartenza poi ho cercato di mettere pressione a Valtteri ma oggi ci mancava un po' di passo. Lewis poi è riuscito a passarmi dopo il pit stop", ha dichiarato Verstappen a fine gara.
"Credo fosse molto difficile riscaldare queste gomme e una volta saliti al secondo posto penso si sia visto che ci mancava un po' di passo rispetto alle Mercedes".

"In generale penso che questo sia stato un weekend strano in termini di aderenza e lo è stato sin dal venerdì. Vedremo a Barcellona se riusciremo a stare davanti alle Mercedes".

All'ultimo giro della gara Verstappen ha sfruttato bene il set di Soft montato il giro prima e ha ottenuto il giro più veloce della gara. Purtroppo per lui questo gli è stato tolto pochi minuti dopo l'esposizione della bandiera a scacchi per aver ecceduto i limiti della pista.

"Il giro più veloce mi è stato tolto? Questa è bella. E' strano, perché non stavano controllando i limiti della pista alla Curva 14. Ma non importa".

condividi
commenti
Hamilton: “Gara difficile a livello fisico e mentale”
Articolo precedente

Hamilton: “Gara difficile a livello fisico e mentale”

Articolo successivo

Leclerc: "Il quinto posto era alla portata"

Leclerc: "Il quinto posto era alla portata"
Carica i commenti