Verstappen: "Io vittima della situazione. Me lo aspettavo"

Verstappen ha visto sfumare la seconda vittoria della stagione a pochi giri dalla fine, rimontato da un furente Lewis Hamilton voglioso di rifarsi dopo il sorpasso subito in partenza.

Verstappen: "Io vittima della situazione. Me lo aspettavo"

Max Verstappen ha avuto modo di accarezzare a lungo l'idea di poter vincere il Gran Premio di Spagna, cosa che riuscì a fare nel 2016, al suo GP d'esordio al volante della Red Bull, ma che questa volta gli è sfuggito a pochi giri dal termine.

L'olandese e Lewis Hamilton, grandi duellanti di una gara che ha vissuto diversi momenti di tensione, hanno spaiato le loro strategie grazie alle scelte dei rispettivi box e, ad avere la meglio, è stato il 7 volte iridato.

Verstappen, negli ultimi giri, ha preso consapevolezza di non poter tenere dietro il mastino britannico, vedendolo avvicinare inesorabilmente al retrotreno della sua RB16B sino al sorpasso decisivo in Curva 1, che ha così sancito la fine di una sfida che, probabilmente, rivedremo sino al termine della stagione senza soluzione di continuità.

"Per certi versi me l'aspettavo, abbiamo visto quando siamo passati dalle Soft alle Medium che loro avevano più passo. Avevano qualcosa in più. Poi loro hanno fatto un'altra sosta e lì ho capito che non c'era più niente da fare, perché stavo faticando già con le gomme e si vedeva che ogni giro Lewis era in grado di avvicinarsi tanto a me. Ero un po' una vittima della situazione", ha dichiarato l'olandese al termine del GP di Spagna.

"Quando c'è anche il traffico si fanno valutazioni per evitare di rimanere bloccati. Se sei molto veloce puoi fare scelte in maniera più tranquilla e loro oggi lo hanno fatto. Oggi avevano molto più passo di noi. Chiaramente se avessimo fatto un'altra sosta non so se avremmo potuto riprendere Lewis. Io ho provato tutto ma non è stato sufficiente".

Il volto di Max, a fine gara, è parso più che sereno. Forse consapevole di lottare contro la miglior Mercedes del 2021. Però non è tutto da buttare: la Red Bull ha confermato i passi avanti importanti fatti rispetto all'anno passato e questo dà fiducia all'olandese in vista del prosieguo della stagione.

"Questo secondo posto su una pista Mercedes ci dimostra che siamo migliorati, ma anche che non siamo al livello che vogliamo avere. Dobbiamo spingere tanto per recuperare perché al momento siamo un po' più lenti della Mercedes. Chiaramente però siamo andati molto meglio rispetto all'anno scorso, siamo cresciuti tantissimo".

condividi
commenti
Binotto: "E' un risultato di squadra, non solo dei piloti"

Articolo precedente

Binotto: "E' un risultato di squadra, non solo dei piloti"

Articolo successivo

Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna

Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna
Carica i commenti