Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

Il leader del campionato non è riuscito a brillare in qualifica ed ha chiuso con il terzo tempo a 4 decimi da Bottas, ma si è detto certo che in gara la Red Bull potrà essere più vicina alla Mercedes.

Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

“Non credo che riusciremo a giocarcela alla pari con la Mercedes”. Aveva esordito così Max Verstappen nel corso della conferenza stampa del giovedì che ha dato il via al weekend di Monza.

L’olandese sembrava avesse fatto pretattica davanti ai media, magari per minare le certezze della Mercedes, ma la realtà ha evidenziato come la previsione di Max fosse corretta.

In occasione della sessione di qualifica che ha determinato la griglia di partenza della Sprint Qualifying di domani, Verstappen ha chiuso il turno con il terzo tempo col crono di 1’19’’996 ed un gap dalla Mercedes del “king of speed” Valtteri Bottas di 4 decimi.

Che Monza fosse il terreno di caccia ideale per la Mercedes era cosa nota, ma oggettivamente ci si attendeva qualcosa di più da una Red Bull che negli ultimi appuntamenti (incidenti a parte) è sempre stata la monoposto di riferimento.

A stupire, più che il distacco rimediato dalle Mercedes, è stato il margine minimo di Verstappen sulle McLaren. L’olandese avrà la possibilità di scattare domani dalla terza casella per soli 23 millesimi di vantaggio su Lando Norris e 29 su un ritrovato Daniel Ricciardo.

Chi si attendeva una Verstappen deluso a fine qualifica, però, è rimasto deluso. Quando è giunto davanti al microfono di Felipe Massa, oggi conduttore delle interviste di fine sessione, Max ha parlato di un turno comunque positivo considerando le premesse.

“Per noi Monza è sempre difficile. Abbiamo faticato più del previsto nelle FP1, ma in qualifica siamo riusciti a fare un buon lavoro ed a recuperare un po' di terreno”.

“Il terzo tempo è comunque positivo e credo che in gara potremmo essere più vicini alle Mercedes. Poi non sai mai cosa potrà accadere nel corso del weekend”.

Ancora una volta in qualifica in casa Red Bull è mancato Sergio Perez. La Mercedes, solo per la Sprint Qualifying del sabato, potrà contare su entrambe le sue punte, mentre il team di Milton Keynes ha potuto fare affidamento sul solo Verstappen dato che il messicano non è riuscito a fare meglio di un deludente nono crono.

Perez avrà la possibilità di riscattarsi cercando di rimontare nella Sprint Qualifying e migliorare la posizione di partenza in gara, mentre Bottas, complice l’installazione della quarta power unit, dovrà prendere il via della gara di domenica dal fondo della griglia.

Max è sembrato non curarsi di tutte queste vicende ed ha preferito restare concentrato sulla sua missione: tenere botta in un weekend che lo vedrà necessariamente giocare in difesa.

“Domani avremo un’ultima sessione di libere e vedremo cosa riusciremo a fare per migliorare il passo gara. Sarà difficile, ma credo che potremo portare a casa un buon bottino di punti”.

condividi
commenti
F1, GP Italia: pole di Bottas, prima fila tutta Mercedes
Articolo precedente

F1, GP Italia: pole di Bottas, prima fila tutta Mercedes

Articolo successivo

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride
Carica i commenti