Verstappen: "Il gap da Lewis dovuto al suo motore nuovo"

Il leader del campionato ha pagato un gap di 4 decimi dalla Mercedes di Hamilton ma si è detto consapevole che questo ritardo sia dovuto al nuovo motore montato dal sette volte iridato.

Verstappen: "Il gap da Lewis dovuto al suo motore nuovo"

Limitare i danni. Era questo l’obiettivo che si è posto Max Verstappen quando è scattato il semaforo verde che ha dato il via alla sessione di qualifiche valida per determinare la griglia di partenza della Sprint Qualifying del Brasile.

Su un tracciato che in passato l’ha spesso visto esaltarsi, Max nulla ha potuto contro un Lewis Hamilton imprendibile grazie ad una nuova unità termica che gli ha fornito un boost extra di potenza ma che lo costringerà ad arretrare di cinque posizioni in griglia domenica.

Verstappen ci ha provato in ogni modo, ma quando è scesa la bandiera a scacchi non è riuscito a far meglio del crono di 1’08’’372 pagando un gap di 438 millesimi dalla Mercedes numero 44.

Alla fine del turno Max si è congratulato con Lewis per un giro capolavoro, ma non è sembrato particolarmente impressionato dal ritardo accusato dal sette volte iridato.

“Chiaramente avendo portato un motore nuovo avranno una potenza maggiore per tutto il weekend, per me non è una notizia scioccante”. Sono state queste le prime parole di Verstappen pronunciate a fine turno.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Per Max domani sarà fondamentale restare lontano dai guai. La partenza dalla prima fila gli consentirà di tenere sotto controllo un Hamilton che sarà obbligato a correre per il successo per evitare di scattare domenica oltre la sesta piazza.

“Non ho tanti punti da guadagnare nella Sprint Qualifying. Spero di fare un bel primo giro e poi vedremo come andrà. La cosa più importante sarà la gara di domenica”.

Verstappen ha ammesso chiaramente di aver pagato un gap di potenza dalla Mercedes di Hamilton, ma si è detto comunque soddisfatto di trovarsi in seconda posizione.

“Sono contento di essere secondo, è un’ottima posizione di partenza. Ovviamente avrei voluto avere un gap minore, ma delle volte bisogna essere realisti. Non avevamo molto di più da spremere dalla macchina”.

Anche domani i piloti scenderanno in pista ad un orario inusuale, mentre domenica la gara prenderà il via alle 18:00 ore italiane. Verstappen ha ammesso come proprio domenica i valori in campo potrebbero cambiare complice la variazione delle temperature.

 “Domenica sarà tutto diverso. Farà molto più caldo e l’aumento delle temperature influirà anche sul comportamento delle vetture”.

  

condividi
commenti
Hamilton: col motore nuovo Mercedes o la va o la spacca
Articolo precedente

Hamilton: col motore nuovo Mercedes o la va o la spacca

Articolo successivo

Fotogallery F1: le qualifiche del GP di San Paolo

Fotogallery F1: le qualifiche del GP di San Paolo
Carica i commenti