Verstappen: "Il duello con Lewis? Lotta dura, ma corretta"

Il pilota della Red Bull ha affermato come l'episodio in Curva 4 sia stato una semplice lotta tra due piloti che si stanno giocando il titolo ed ha affermato di non aspettarsi l'arrivo di alcuna penalità.

Verstappen: "Il duello con Lewis? Lotta dura, ma corretta"

Inutile negarlo. L’attesa di tutti per la conferenza stampa del giovedì del Qatar era tutta per Max Verstappen ed il leader del campionato ha risposto in modo schietto alle domande dei giornalisti che, ovviamente, hanno avuto come argomento principale quanto avvenuto la scorsa settimana in Brasile.

L’episodio accaduto al giro 48 in  Curva 4 ha tenuto banco subito dopo la conclusione della gara, ed oggi verrà discussa la revisione richiesta dalla Mercedes relativa alla mancata penalità inflitta all’olandese reo di aver spinto fuori pista Lewis Hamilton.

Verstappen è tornato sull’argomento divenuto fonte di scontro sui social tra i suoi sostenitori e quelli del sette volte iridato, ed ha sottolineato come si sia trattato semplicemente di un duello estremo ma divertente.

“Non ho avuto bisogno di riguardare le immagini dato che ero in macchina. So esattamente cosa è successo e come ho già detto la scorsa settimana, è stata una bella lotta e ci siamo divertiti. Alla fine hanno vinto loro, erano più veloci”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Lewis Hamilton, Mercedes W12

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Il pilota della Red Bull ha poi provato a spiegare cosa sia accaduto in quei secondi ad altissima intensità ed ha giustificato la sua manovra affermando di non aver potuto affrontare la curva correttamente a causa del ritardo nella frenata e dell’usura degli pneumatici.

“Sono un pilota e penso di sapere cosa posso e cosa non posso fare in macchina. Stavamo lottando duramente. Ho frenato tardi e le ruote erano piuttosto usurate. Se avessi usato un maggiore angolo di sterzo sarei finito in testacoda. Sappiamo controllare una vettura, per questo motivo siamo piloti”.

Oggi il collegio dei commissari presente in Brasile si riunirà in video conferenza per analizzare la richiesta della Mercedes di revisione. Verstappen non è sembrato particolarmente preoccupato dall’arrivo di una penalizzazione e si è detto per nulla stupito che il team diretto da Toto Wolff abbia spinto per tornare sull’episodio.

Leggi anche:

“Non sono stato sorpreso che la Mercedes abbia chiesto la revisione per quanto accaduto”.

“Onestamente non sto pensando all’arrivo di una penalità, ed anche se dovesse accadere non sarebbe la fine del mondo. Ad ogni modo non credo che sarò penalizzato. È stata una lotta dura ma corretta tra due piloti che si stanno giocando il titolo e nessuno dei due avrebbe reso facile quel sorpasso”.

Verstappen ha poi concluso la conferenza lanciando una frecciata alla Mercedes. L’olandese ha dichiarato come la velocità di punta della W12 di Hamilton sia diventata fonte di approfondimenti in casa Red Bull.

“Non mi ha insospettito quando mi ha passato, ma chiaramente ci sono alcuni aspetti da approfondire come quello relativo alla loro velocità di punta arrivata improvvisamente. Di sicuro è un qualcosa che tutti stanno osservando”.

condividi
commenti
Ferrari: cestelli asimmetrici, ma opposti rispetto al Brasile
Articolo precedente

Ferrari: cestelli asimmetrici, ma opposti rispetto al Brasile

Articolo successivo

Giovinazzi sull'addio con Alfa: "Non mi rimprovero nulla"

Giovinazzi sull'addio con Alfa: "Non mi rimprovero nulla"
Carica i commenti