Verstappen e la lotta con Hamilton: "Non ho nulla da dimostrare"

Max Verstappen pensa di non avere nulla da dimostrare con le sue mosse aggressive nei confronti di Lewis Hamilton nelle prime gare della stagione 2021 di Formula 1.

Verstappen e la lotta con Hamilton: "Non ho nulla da dimostrare"

Verstappen e Hamilton hanno battagliato ruota a ruota in tutte e quattro le gare disputate finora, compresi due duelli molto ravvicinati alla prima curva nelle gare di Imola e Barcellona.

In entrambe le occasioni, Verstappen ha attaccato, prendendo la posizione in maniera aggressiva, con Hamilton che dopo la gara catalana ha detto di aver fatto tutto il possibile per lasciargli spazio.

Oggi, durante la conferenza che ha aperto il GP di Monaco, il pilota della Mercedes ha sottolineato di aver fatto bene ad evitare ogni tipo di contatto e che forse Verstappen "sente di avere molto da dimostrare".

Il rivale della Red Bull ha respinto l'ipotesi che le sue manovre aggressive siano state alimentate dalla voglia di dimostrare qualcosa, aggiungendo che se non ci sono stati contatti il merito è stato di entrambi.

"Non ho nulla da dimostrare", ha detto Verstappen. "Ed evitare i contatti penso che valga per entrambi. Quindi abbiamo fatto bene, questo è vero".

"Ma sì, andiamo forte e siamo stati entrambi ad evitare i contatti. Quindi speriamo di poter continuare a farlo e di proseguire a battagliare in pista uno contro l'altro".

La scorsa settimana, Zak Brown della McLaren ha detto che pensava che fosse solo questione di tempo per un incidente tra Hamilton e Verstappen. Un pensiero che Max ha rispedito al mittente senza troppi giri di parole.

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Valtteri Bottas, Mercedes W12, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, and the rest of the field away at the start

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Valtteri Bottas, Mercedes W12, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, and the rest of the field away at the start

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

"Onestamente, non so più cosa dire su queste cose", ha detto Verstappen. "Non cerchiamo mai di fare incidenti, quindi sta solo cercando un titolo ad effetto. Avrà più seguito dicendo che è una questione di tempo invece di dire che abbiamo fatto grandi gare finora. La gente cliccherà di più queste cose".

Il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel ha fatto eco a Verstappen sulle battaglie ravvicinate, dicendo che da fuori è difficile capire quanto siano al limite i piloti quando battagliano ruota a ruota.

"Una cosa che la gente sembra non capire è quanto siamo vicini in certi casi e quanto facilmente le cose possano andare male senza che ci sia alcuna intenzione", ha detto Vettel.

"Nessuno tenta un sorpasso con l'obiettivo di eliminare l'altra vettura o se stesso. Ma se si vuole superare o difendere la propria posizione si gioca su margini molto piccoli e ci vuole davvero poco per sbagliare".

"Finora hanno fatto davvero bene, e penso che questo rifletta la classe di entrambi. Non capisco cosa ci sia di così eccitante ad aspettare un incidente. Penso che bisognerebbe esserlo per il fatto che questi due sono riusciti a lottare senza farne".

"So che per gli spettatori può essere eccitante quando ci sono dei pezzi che volano, ma per noi è più emozionante guidare sul bordo del limite e padroneggiarlo".

condividi
commenti
Hamilton: "Monaco bellissima, ma in gara vedremo un trenino"
Articolo precedente

Hamilton: "Monaco bellissima, ma in gara vedremo un trenino"

Articolo successivo

Russell aspetta la Mercedes: "Vorrei un contratto biennale"

Russell aspetta la Mercedes: "Vorrei un contratto biennale"
Carica i commenti