Verstappen dubbioso: "Penalizzato per quello che in Brasile era ok"

Max Verstappen sta faticando a capire perché è stato penalizzato per aver spinto Lewis Hamilton fuori dalla pista nel Gran Premio dell'Arabia Saudita, dopo che in Brasile non era stato sanzionato per una manovra simile.

Verstappen dubbioso: "Penalizzato per quello che in Brasile era ok"

Durante il GP del Brasile del mese scorso, Verstappen ha portato Hamilton fuori dalla pista alla curva 4 quando il britannico ha cercato il sorpasso all'esterno, ma l'episodio non è stato indagato, con il direttore di gara Michael Masi che ha deciso di non riferire il fatto ai commissari.

Questo precedente ha creato apprensione nel paddock, sia all'interno che all'esterno del team Mercedes, perché ha lasciato i piloti con il dubbio su cosa sarebbe stato lecito fare e su cosa no, ma soprattutto su come sarebbero state gestite le cose in futuro.

Anche una successiva riunione, svolta prima del Gran Premio del Qatar, non era stata in grado di produrre una risposta conclusiva.

Il GP dell'Arabia Saudita di domenica scorsa ha visto nuovamente Verstappen e Hamilton incrociare le traiettorie, e il pilota della Red Bull ha di nuovo portato fuori dalla pista il suo rivale nella corsa al titolo in due distinte occasioni.

La prima volta, la questione è stata risolta da Masi senza coinvolgere i commissari, perché la Red Bull ha accettato di far schierare Verstappen in terza posizione dietro ad Hamilton dopo la seconda bandiera rossa.

Nella seconda occasione, l'olandese ha ricevuto una penalità di cinque secondi per aver tratto vantaggio fuori dalla pista, dopo che il suo primo tentativo di ridare la posizione ad Hamilton ha innescato un contatto e nel secondo ha immediatamente risuperato Hamilton, non soddisfacendo la richiesta dei commissari.

Dopo la gara, Verstappen ha paragonato l'incidente di Gedda alla sua mossa passata impunita in Brasile, perché entrambi i piloti sono finiti fuori dalla pista, ed ha pensato che fosse strano che ad Interlagos fosse tutto ok e che invece in Arabia valesse una penalità.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, and Lewis Hamilton, Mercedes W12, make contact as they battle for the lead

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, and Lewis Hamilton, Mercedes W12, make contact as they battle for the lead

Photo by: Andy Hone / Motorsport Images

"Naturalmente, come in Brasile, ho frenato in ritardo, e penso di essere finito un po' fuori traiettoria ad un certo punto", ha detto Verstappen. "L'ho persa per un momento, quindi sono andato largo, ma anche lui non ha fatto la curva, quindi entrambi siamo finiti fuori, e non credo che sia giusto che io poi sono stato penalizzato, anche se è andata così".

"Trovo interessante che io sia quello che ha ricevuto la penalità quando entrambi siamo finiti fuori dalle linee bianche. In Brasile andava bene e ora improvvisamente ricevo una penalità per la stessa cosa".

Leggi anche:

Verstappen, che ha ricevuto un'ulteriore penalità di 10 secondi per il tamponamento con Hamilton alla curva 27, ha detto di non volersi soffermare troppo sugli avvenimenti dell'Arabia Saudita. Ma ha ribadito che è un peccato che parlare di penalità abbia ancora una volta oscurato la gara, proprio mentre i due contendenti al titolo arriveranno all'appuntamento conclusivo di Abu Dhabi a pari punti.

"Si poteva chiaramente vedere che entrambi non abbiamo fatto la curva, ma va bene. Inoltre, non voglio dedicare troppo tempo alla cosa. Dobbiamo andare avanti", ha aggiunto. "Siamo a pari punti e penso che sia davvero emozionante, per tutto il campionato e per la Formula 1 in generale".

"Ma l'ho detto nel giro di rientro, penso che ultimamente stiamo parlando più di linee bianche e di sanzioni che di vere e proprie gare di Formula 1, e questo credo che sia un peccato".

condividi
commenti
F1 | Oscar Piastri con Alpine ai rookie test di Abu Dhabi
Articolo precedente

F1 | Oscar Piastri con Alpine ai rookie test di Abu Dhabi

Articolo successivo

Shovlin: "Lewis non sapeva che Max stava restituendo la posizione"

Shovlin: "Lewis non sapeva che Max stava restituendo la posizione"
Carica i commenti