Verstappen difende Vettel: "Erano condizioni molto difficili, poteva capitare a chiunque"

condividi
commenti
Verstappen difende Vettel:
Di: Matt Beer
23 lug 2018, 13:23

Max Verstappen ha difeso Sebastian Vettel dopo il clamoroso errore commesso ieri, quando era al comando del Gran Premio di Germania di Formula 1.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, se ne va dopo l'incidente
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, se ne va dopo l'incidente
Sebastian Vettel, Ferrari,, in griglia di partenza con Riccardo Adami, ingegnere di pista Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, va a sbattere
I marshal rimuovono la monoposto di Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14

Vettel comandava la gara di Hockenheim con nove secondi di vantaggio sugli inseguitori a 15 giri dal termine, quando è stato tratto in inganno dalla pioggia ed è finito contro le barriere alla Sachskurve del Motodrom.

Un episodio che ha spalancato la strada verso una clamorosa vittoria al rivale Lewis Hamilton, che aveva preso il via dalla 14esima posizione e in questo modo si è portato in vetta alla classifica iridata con un margine di 17 punti.

Verstappen ha insistito sul fatto che l'errore del pilota della Ferrari fosse assolutamente comprensibile e che sarebbe potuto succedere a chiunque.

"Era super difficile in pista, soprattutto in quella curva" ha detto Verstappen, quarto alla bandiera a scacchi.

"Anche con un minimo bloccaggio, ti saresti ritrovato immediatamente fuori. Erano condizioni molto difficili, quindi sono cose che possono capitare".

Leggi anche:

Quando poi gli è stato chiesto di commentare sul fatto che questo non fosse il primo errore del tedesco nel 2018, l'olandese ha replicato: "Beh, errore... Le condizioni erano davvero molto difficili".

"Sarebbe potuto succedere a chiunque altrettanto facilmente".

Per tutta la gara era aleggiata la previsione dell'arrivo della pioggia, ma una volta giunta sul circuito non ha bagnato abbastanza l'asfalto da passare alle gomme intermedie o rain, rendendolo però molto insidioso da affrontare con le slick.

"In quelle condizioni, cerchi solo di trovare il grip giusto ovunque, ma non vuoi rischiare troppo, perché sai già che hai diversi punti in saccoccia" ha detto Max.

"Non vorresti mai rischiare di perderli andando fuori pista. E basta davvero un bloccaggio per volare fuori dalla pista".

Informazioni aggiuntive di Erwin Jaeggi

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton non penalizzato: perché in F1 non c'è più la certezza della pena?

Previous article

Hamilton non penalizzato: perché in F1 non c'è più la certezza della pena?

Next article

Altavilla si è dimesso da FCA: c'è la prima defezione del dopo Marchionne

Altavilla si è dimesso da FCA: c'è la prima defezione del dopo Marchionne
Carica i commenti