Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
PL1 in
21 giorni
07 mag
-
10 mag
FP1 in
70 giorni
21 mag
-
24 mag
FP1 in
83 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
105 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
126 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
140 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
154 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
182 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
189 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
203 giorni
24 set
-
27 set
FP1 in
210 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
238 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
245 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
259 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
273 giorni

Verstappen: anche in gara ha avuto problemi di turbo lag

condividi
commenti
Verstappen: anche in gara ha avuto problemi di turbo lag
Di:
17 lug 2019, 13:40

Il pilota della Red Bull ha dovuto fare i conti per tutto il weekend di Silverstone con un turbo lag che gli ha fatto perdere circa 2 decimi al giro.

Nelle ultime uscite nel Mondiale 2019 di Formula 1 la Red Bull ha mostrato significativi passi avanti. Ha trionfato con Max Verstappen al Red Bull Ring, a conti fatti la gara di casa, ma anche a Silverstone - dati alla mano - le RB15 hanno avuto un passo gara competitivo, risultando più veloci anche delle Ferrari SF90 di Leclerc e Vettel.

Alla fine, però, il podio non è arrivato, complici incidenti e problemi tecnici che hanno rallentato Verstappen e Gasly nel fine settimana che ha ospitato il Gran Premio di Gran Bretagna. Proprio l'olandese, reduce dalla vittoria in Austria, ha dovuto fare i conti per tutto il weekend con un problema all'acceleratore della sua monoposto.

Leggi anche:

Nella giornata di sabato, Max è entrato in lizza per la pole, battagliando con le Mercedes e la Ferrari di Leclerc, ma a estrometterlo dalle prime 3 posizioni della griglia è stata una risposta lenta dell'acceleratore, che, stando ai calcoli del team, gli avrebbe fatto perdere quasi 2 decimi di secondo al giro.

Si tratta di una sorta di turbo lag, ossia una risposta tardiva della power unit al comando dato dal pilota schiacciando l'acceleratore. Stando alla telemetria, Verstappen interveniva molto rapidamente sul pedale del gas, ma la risposta della power unit aveva un certo ritardo.

Il team pensa che possa esserci stato un'errata calibratura, ma il problema non è stato risolto nel weekend di Silverstone. Per questo motivo il team ha riportato la RB15 numero 33 a Milton Keynes per essere sottoposta a minuziose analisi, con il chiaro obiettivo di arrivare pronti al Gran Premio di Germania avendo risolto il guasto.

Christian Horner, team principal della Red Bull, ha anche un'altra visione dell'accaduto. Questa sarebbe ascrivibile alla velocità con cui Verstappen interveniva sull'acceleratore: "Credo che fosse solo la velocità con cui Max pestava sul gas. Non abbiamo mai avuto un problema simile in precedenza. Dunque è quel tipo di cose che proveremo a risolvere al banco. Credo sia una cosa su cui dovrà lavorare Honda, ma loro sembrano piuttosto fiduciosi di poterla risolvere".

Honda ha introdotto la terza specifica di motore della stagione tre gare fa, al Paul Ricard, ma Verstappen ha affermato a Silverstone che il turbo lag è un problema piuttosto ricorrente da quando corre con il motore Honda. Questo, però, è sempre stato corretto tramite alcune regolazioni fatte dal volante.

Toyoharu Tanabe, direttore tecnico di Honda F1, ha spiegato che la Casa giapponese farà i controlli adeguati nella factory Sakura R&D in Giappone per stabilire quale sia la calibratura necessaria per sistemare il problema verificatosi sulla monoposto di Verstappen.

"Abbiamo parlato con Max del problema, dei giri motore, dell'acceleratore, del modo e tempo con cui è stato premuto ma anche di come avvertiva questo turbo lag. A quel punto abbiamo iniziato ad analizzare il punto esatto in cui avveniva questo problema".

Honda non considera questo problema fondamentale, perché non genera guasti sulla monoposto, ma Tanabe ha affermato di considerare quanto accaduto un grosso problema in termini di performance.

"Non è un problema che genera guasti, perché questo è un tipo differente di problema. Da quello che abbiamo capito è un grande problema. Ci sono problemi con cui puoi morire, e altri con cui non muori. Con questo problema non si muore".

Articolo successivo
F1 2021: ecco l'analisi video sul ritorno delle vetture ala

Articolo precedente

F1 2021: ecco l'analisi video sul ritorno delle vetture ala

Articolo successivo

Chi ha i numeri (Bottas, Hamilton e Verstappen) e chi no (Vettel)

Chi ha i numeri (Bottas, Hamilton e Verstappen) e chi no (Vettel)
Carica i commenti