La mail galeotta di Bruno Senna

La mail galeotta di Bruno Senna

Il brasiliano appiedato per parole poco belle su Kolles. Con le scuse il caso è stato chiuso

Sakon Yamamoto ha festeggiato un buon 28. compleanno: in "regalo" ha avuto la partecipazione al Gp di Gran Bretagna sulla HRT. La promozione del giapponese a pilota titolare della squadra di Carabante ha scatenato molte polemiche nel paddock, anche perché il box e la macchina erano stati allestiti per Bruno Senna. C'è chi ha parlato di ritardati pagamenti di Senna che avrebbero determinato l'appiedamento del brasiliano a Silverstone. In realtà la questione non è affatto economica, perché a saltare, in questo caso sarebbe stato Karun Chandhok, visto che l'indiano è in arretrato di qualche rata con gli emolumenti dovuti alla squadra. Senna avrebbe scritto una mail non certo lusinghiera nei confronti del team principal e lo sprovveduto pilota brasiliano l'avrebbe spedita proprio a Colin Kolles che ha deciso un immediato provvedimento disciplinare. I due manager di Senna, Chris Goodwin e Bianca Senna hanno dovuto presentare le scuse al team principal Kolles e dopo un lungo chiarimento con il titolare del team Carabante, si sarebbe arrivati a ricomporre la situazione che invece aveva scatenato mille e più voci. Un fatto è certo: Bruno Senna tornerà al suo posto al Gp di Germania, ora che il giallo che ha scatenato questo avvicendamento improvviso sarebbe stato risolto. "Non era niente di previsto - ammette un esponente dell'HRT - la situazione che si è creata è il frutto di una serie di incomprensioni, per altro risolte felicemente. All'improvviso c'era una macchina libera e l'abbiamo offerta al nostro tester Yamamoto". Buon compleanno, Sakon...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Bruno Senna , Sakon Yamamoto
Articolo di tipo Ultime notizie