Un Giovinazzi da urlo: "La Top 10? Con le Medie vado forte"

Antonio Giovinazzi firma una grande prestazione nelle Qualifiche del Gran Premio dell'Arabia Saudita cogliendo il decimo tempo. Domani scatterà dalla quinta fila con gomme Medium, la mescola con cui la sua C41 si è espressa meglio in questo weekend.

Un Giovinazzi da urlo: "La Top 10? Con le Medie vado forte"

Qual è il modo migliore per reagire a una decisione quantomeno discutibile? Rispondere in pista. Per Antonio Giovinazzi le Qualifiche del Gran Premio dell'Arabia Saudita, penultimo evento del Mondiale 2021 di Formula 1, sono state lo scenario perfetto per fare tutto ciò.

Una pista veloce, con i muretti che non concedono nulla: al minimo errore la paghi cara (chiedere per delucidazioni a Charles Leclerc e a Carlos Sainz Jr). Antonio, invece, ha sfoderato una prestazione sontuosa sul giro secco, che lo ha portato a qualificarsi in decima posizione al volante della modesta Alfa Romeo C41.

Un colpo di coda inutile, ormai il suo futuro sarà in Formula E con il team Dragon, ma mettersi in vetrina è sempre un buon modo di dimostrare determinate cose anche a chi non ha più voluto credere in lui. Nel corso dei tre turni di libere, Antonio ha mostrato di soffrire con gomme Soft, mentre con le Medium è stato un fulmine. Questa situazione è stata confermata anche in qualifica, tanto da portarlo a chiudere decimo.

"Già nelle Libere 1 siamo stati molto veloci", ha confermato Antonio al termine delle qualifiche di Jeddah. "Sino a ora mi sono goduto particolarmente la macchina e il circuito. Nelle Libere 2 e nelle Libere 3, sfortunatamente, ho sofferto abbastanza con gomme Soft, così come all'inizio delle Qualifiche. Non riuscito a mettere in temperatura le gomme anteriori. Questo è stato un po' il nostro svantaggio. Però devo anche dire che con gomme Medium abbiamo trovato le mescole che meglio si adattano alla nostra monoposto in questo frangente, su questa pista".

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C41

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C41

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

"Sono riuscito a migliorare il mio tempo proprio all'ultimo tentativo, ma alla fine siamo molto felici del risultato. Domani partiremo in Top 10 e avremo gomme medie, quindi speriamo che domani possa andare tutto bene. Ho davvero bisogno di un buon risultato, di finire la stagione nel miglior modo possibile. Spero che possa arrivare domani".

La decima piazza in qualifica, su un tracciato come Jeddah, conferma quanto il pugliese si trovi a proprio agio su tracciati cittadini. Eppure, nel corso della sua avventura in Formula 1, Antonio ha mostrato di poter arrivare in Q3 anche in piste convenzionali. Inoltre, nel decimo posto ottenuto in Arabia Saudita, c'è tanto merito anche della squadra, che ha scelto il momento opportuno per mandarlo in pista senza trovare traffico, un'impresa non certo semplice considerando la natura morfologica della pista saudita.

"Alla fine quest'anno ho raggiunto la Q3 non solo su tracciati cittadini, ma anche normali. Qui è andata molto bene. Anche il team ha fatto un ottimo lavoro perché mi ha permesso di fare un giro senza traffico. E per questo sono riuscito a spingere senza grossi problemi. Siamo riusciti a mettere tutto assieme ed è quello che ci serviva".

"Avere una buona partenza? E' ciò che speriamo. Speriamo vada tutto bene. Spero proprio di avere un po' di fortuna, quella che spesso ci è mancata per tutta la stagione. Speriamo di averla con noi domani per tutta la giornata e centrare un buon risultato", ha concluso Giovinazzi.

condividi
commenti
Fotogallery F1 | Hamilton, pole dei sogni nella notte di Jeddah
Articolo precedente

Fotogallery F1 | Hamilton, pole dei sogni nella notte di Jeddah

Articolo successivo

I commissari di F1: chi sono, cosa fanno e come vengono scelti?

I commissari di F1: chi sono, cosa fanno e come vengono scelti?
Carica i commenti