Trovato morto il presunto ladro delle cartelle di Schumi

Trovato morto il presunto ladro delle cartelle di Schumi

Era stato arrestato ed interrogato ieri a Zurigo: questa mattina è stato trovato impiccato nella sua cella

Si è conclusa in tragedia la vicenda legata al furto delle cartelle mediche di Michael Schumacher, ancora alle prese con il recupero dalle conseguenze dell'incidente avvenuto a fine dicembre sulle nevi di Meribel, per il quale è stato in coma per quasi sei mesi.

Nella giornata di martedì, infatti, le autorità svizzere hanno arrestato il presunto ladro, un dipendente della Rega, la società che ne avrebbe dovuto curare il trasporto da Grenoble alla struttura dove è attualmente ricoverato a Losanna.

L'uomo, del quale non sono state diffuse le generalità, ha negato di essere stato lui a provare a vendere le cartelle cliniche del 7 volte campione del mondo di Formula 1 alle principali testate europee per una cifra di 50.000 euro, ma questa mattina è stato trovato senza vita nella sua cella.

Stando alle informazioni che arrivano da Zurigo, l'uomo si sarebbe impiccato, ma la Procura ha avviato un'indagine per cercare di fare chiarezza sull'accaduto. La sua motre nel frattempo è stata confermata anche da una breve nota stampa della Rega, che però non ha voluto rilasciare commenti sulla vicenda, anche se a quanto risulta quella sarebbe stata l'unica persona indigata.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Michael Schumacher
Articolo di tipo Ultime notizie