Tost: "Troppe 23 gare? Chi è contrario può andare via"

Franz Tost si è espresso a favore del calendario 2022 con 23 gare ed ha sottolineato come chi ritenga che queste siano troppe possa tranquillamente cercarsi un altro impego.

Tost: "Troppe 23 gare? Chi è contrario può andare via"

Il calendario di Formula 1 del prossimo anno continua a far discutere. In attesa che venga pubblicato ufficialmente, l’idea che il circus debba disputare 23 gare, con inizio a metà marzo e conclusione della stagione a metà novembre, ha fatto storcere il naso a molti.

Per riuscire a coprire i 23 eventi in programma, salvo stravolgimenti dovuti alla pandemia, dovrebbero essere presenti ben tre triplette con tutto il carico di stress ulteriore che queste comportano sul personale impegnato in pista.

Saranno soprattutto le persone lontane dai riflettori a subire maggiormente la pressione di un calendario di questo tipo.

Se da un lato c’è chi ritiene che si debba trovare un compromesso per evitare che i membri del team possano arrivare stremati a fine stagione, dall’altro c’è chi crede che 23 gare siano un bene per la Formula 1.

Leggi anche:

Franz Tost fa parte di questa seconda categoria ed in occasione della conferenza stampa di Istanbul riservata ai team principal è stato netto sulla questione.

“Sappiamo che avremo 23 gare ed è fantastico. Non vedo l’ora di disputarle e devo rendere merito alla FOM per quanto fatto”.

“Per quanto riguarda il personale in pista devo evidenziare che noi siamo un team e tutti dovrebbero essere felici del fatto che ci siano più gare in calendario. Ovviamente ci prendiamo cura delle persone della nostra squadra. I meccanici hanno tre o quattro giorni liberi che possono trascorrere a casa dopo un weekend di gara e lo stesso vale per gli addetti stampa, i responsabili del marketing e tutte le persone impegnate in pista”.

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

“Per gli ingegneri, invece, è un po' più difficile ma in passato, se non ricordo male, subito dopo un weekend di gara dovevano andare a seguire i test”.

“Credo che tutti noi dovremmo essere felici di lavorare in una Formula 1 dove c’è un calendario di 23 gare e se a qualcuno non piace è libero di andare via”.

Chi, invece, ritiene che si debba tutelare maggiormente il personale dei team è Otmar Szafnauer.

“È bello avere 23 paesi che vogliono la Formula 1, tuttavia dobbiamo tutelare tutte le persone coinvolte nelle trasferte ed abbiamo già preso provvedimenti per rendere i viaggi il più confortevoli possibili”.

“Abbiamo anche previsto la rotazione del personale ed altri cambiamenti organizzativi in fabbrica. Cerchiamo di prenderci cura del nostro personale ed abbiamo un medico itinerante che viaggia sempre con noi”.

condividi
commenti
Strategie Turchia: pista ancora bagnata, il via sulle intermedie?
Articolo precedente

Strategie Turchia: pista ancora bagnata, il via sulle intermedie?

Articolo successivo

GP Turchia: Lewis 11esimo prova la rimonta. Leclerc sogna il colpo

GP Turchia: Lewis 11esimo prova la rimonta. Leclerc sogna il colpo
Carica i commenti