F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Toro Rosso: c'è un "millepiedi" alla radice del barge board

La STR13 mantiene delle scelte di progetto che sono molto aderenti alle soluzioni sviluppate sulla Mercedes W09: c'è l'estrusione del telaio per il braccio superiore della sospensione anteriore, così come è montato in basso quello dello sterzo.

La Toro Rosso STR13 deve confermare in Australia le belle cose mostrate nel corso dei test invernali a Barcellona: la squadra di Faenza che ora dispone del motore Honda in esclusiva, ja sviluppato una monoposto con diverse soluzioni interessanti che mantengono una certa sintonia con i concetti portati avanti dalla Mercedes.

In alto è possibile notare l'estrusione del teaio che si è resa necessaria per ancorare il braccio anteriore del triangolo superiore alla scocca che si ritrova sulla W09 realizzata a Brackley, senza dimenticare il braccio dello sterzo quasi allineato al triangolo inferiore proprio come sulla freccia d'argento.

La STR13 ha mantenuto il braccio inferiore con la forma a "diapason" che la Mercedes ha ricusato per ragioni di peso.

La Toro Rosso ha mantenuto un turning vanes piuttosto tradizionale nella forma: l'appendice che si vede sotto al muso è composta da tre elementi e due soffiaggi, ma la particolarità è data dal marciapiede che non è più piatto: mostra una dozzina di mini flap che tendono a incanalare il flusso sotto al fondo in una delle aree della monoposto dove ci sarà più ricerca nel corso della stagione.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP Australia
Sub-evento Giovedì
Circuito Melbourne Grand Prix Circuit
Piloti Brendon Hartley , Pierre Gasly
Team Toro Rosso
Articolo di tipo Analisi
Tag piola, toro rosso
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola