Todt: "La regola dei 3 motori per il 2018 non sarà modificata!"

Il presidente della FIA ha affermato che non si tornerà ai 4 motori per stagione perché manca l'unanimità del team. Horner continua a manifestare il suo malcontento.

E' ormai noto che a partire dalla prossima stagione di Formula 1 tutti i team che parteciperanno al Mondiale avranno a disposizione solo tre unità motrici per pilota, da usare e gestire per tutti e 21 i Gran Premi previsti dal prossimo calendario.

Dopo la stagione 2017, affrontata da molti team usando un numero ben più alto dei 4 motori consentiti, Christian Horner - team principal della Red Bull Racing - continua a lamentarsi di questa nuova norma che sarà in vigore dal 1 gennaio 2018 dati tutti i problemi sorti con i motori nella stagione terminata da poche settimane.

Jean Todt, presidente della FIA, ha affermato di essere dispiaciuto dei problemi avuti da alcuni team nel corso del 2017, ma senza la necessaria unanimità, la nuova regola non sarà cambiata. "E' già stato tutto deciso a tal proposito. Alcune persone pensano ancora per quale motivo non ci sia un motore da usare per tutto il campionato. E' una cosa che abbiamo deciso tempo fa per il 2018, non di recente".

"Abbiamo avuto incontri con i team riguardo al modo in cui sono stati fatti i regolamenti. Per tornare indietro ai 4 motori per stagione è necessaria l'unanimità dei team e non la otterremo. Per cui la regola dei tre motori per stagione entrerà in vigore normalmente l'anno prossimo".

Todt ha anche affermato che la F.1 non ha avuto altra scelta se non quella di ridurre il numero di motori da utilizzare in stagione a causa dei costi fuori controllo quando invece i team erano liberi di usare il numero di propulsori che desideravano. Le squadre più piccole non sarebbero mai stati in grado di accordarsi con i fornitori.

"Non credo sia facile trovare la soluzione giusta", ha affermato. "Se non fossimo intervenuti, sarebbe stato più difficile e costoso comprare i motori".

Hornner ha preso atto della situazione, ma continua a sostenere di non essere affatto contento della situazione che si potrebbe verificare nel 2018. "Marchionne (presidente della Ferrari, ndr), ha fatto sapere che non avrebbe chiesto di tornare a 4 motori per stagione, dunque non c'è possibilità di modificare la nuova gara".

"Penso che l'anno prossimo ci saranno un sacco di sanzioni in griglia e questa è una cosa che odiamo. Non è bello vedere un Mondiale deciso da queste cose. Stiamo arrivando al punto in cui dovremo correre 21 Gran Premi con 3 motori. E' davvero pazzesco!".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie