Test Pirelli: per Giovinazzi 110 giri al Red Bull Ring con l'Alfa Romeo prima della pioggia

Il pilota italiano è riuscito a completare il programma di sviluppo sulle gomme Pirelli 2020 con l'Alfa Romeo C38 con la quale domenica ha ottenuto il primo punto iridato. Antonio ha concluso la sessione di due giorni che ha visto ieri Marcus Ericsson sulla monoposto di Hinwil.

Test Pirelli: per Giovinazzi 110 giri al Red Bull Ring con l'Alfa Romeo prima della pioggia

Non ci credeva nemmeno lui: sembrava che dovesse piovere da un momento all’altro e, invece, dalle colline è anche spuntato il sole. Il temporale promesso è arrivato a lavoro finito: Antonio Giovinazzi è riuscito a completare il programma di lavoro che i tecnici della Pirelli gli avevano riservato nella seconda e ultima giornata di test che la Casa milanese ha portato avanti con la C38 messa a disposizione dal team Alfa Romeo Racing.

Il pilota italiano è riuscito a sommare 110 giri del Red Bull Ring che si aggiungono alle 116 tornate di ieri con Marcus Ericsson al volante. Antonio ha avuto l’opportunità di testare diverse mescole e costruzioni in previsione delle gomme 2020. Ogni treno di pneumatici non era identificabile perché il test doveva restare cieco.

Leggi anche:

I tecnici della Bicocca adesso analizzeranno tutte le informazioni raccolte e poi diffonderanno i risultati emersi alle altre nove squadre con un report tecnico molto dettagliato per fare comprendere ai team qual è l’orientamento che il fornitore unico ha intenzione di intraprendere l’anno prossimo.

Non è affatto escluso che qualche gomma sperimentale 2020 venga portata nelle prove libere dei GP della seconda parte della stagione: a seguito della riunione dei team principal nella quale si è bocciato i ritorno alle gomme 2018, si dovrebbe aprire un tavolo di discussione per anticipare qualche soluzione del prossimo anno già nella stagione in corso. Vedremo…

condividi
commenti
Analisi Red Bull: ecco perché la RB15 è diventata vincente con il caldo e l'aria rarefatta

Articolo precedente

Analisi Red Bull: ecco perché la RB15 è diventata vincente con il caldo e l'aria rarefatta

Articolo successivo

Wolff esclusivo: "La forza della Mercedes? Non c'è tolleranza per la politica interna"

Wolff esclusivo: "La forza della Mercedes? Non c'è tolleranza per la politica interna"
Carica i commenti