Test Pirelli al Ricard: oltre a Vettel ci sarà anche Leclerc sulla Ferrari SF71H

condividi
commenti
Test Pirelli al Ricard: oltre a Vettel ci sarà anche Leclerc sulla Ferrari SF71H
Di: Franco Nugnes
Co-autore: Jon Noble
19 set 2018, 14:07

Domani e venerdì la Mercedes con Valtteri Bottas e la Ferrari con Sebastian Vettel e Charles Leclerc gireranno al Castellet per i test Pirelli finalizzati alla delibera delle costruzioni 2019. Azzeccata la scelta di Arrivabene di far guidare anche il monesco sulla Rossa.

Sebastian Vettel, Ferrari SF71H, in griglia di partenza
Sebastian Vettel, Ferrari
Charles Leclerc, PREMA Powerteam
Il casco Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, si riflette nel suo specchietto
Dettaglio della monoposto di Valtteri Bottas Mercedes AMG F1 W09

Charles Leclerc al volante della Ferrari SF71H! Accadrà in uno dei due giorni dei test Pirelli in programma domani e venerdì al Paul Ricard dove la Casa Milanese dovrà definire le mescole per la stagione 2019, visto che quello del Castellet sarà l’ultimo collaudo prima della delibera alla FIA delle carcasse del prossimo anno.

In pista oltre alla Rossa ci sarà anche la Mercedes con la W09 che sarà affidata a Valtteri Bottas. È interessante sottolineare che il team di Maranello offre già una chance al suo nuovo pilota di assaggiare la SF71H calzata con le coperture del prossimo anno, dal momento che il monegasco si alternerà a Sebastian Vettel nel lavoro di sviluppo.

Da quando ha siglato ufficialmente l’accordo con la Scuderia si vedrà per la prima volta Charles al volante di una Rossa, visto che in luglio Leclerc aveva guidato la SF71H a Monza nel secondo filming day: la scelta di Maurizio Arrivabene è stata certamente lungimirante, mettendo i due piloti 2019 nella stessa condizione di scoprire quali sono le novità che ha in serbo la Pirelli.

Ferrari e Mercedes hanno già effettuato dei test con le gomme da bagnato per la prossima stagione, ma non hanno ancora girato con le slick 2019, per cui il test è considerato molto importante da parte della Casa milanese perché avrà modo di verificare il lavoro di sviluppo svolto con la monoposto più competitive e più dotate di carico aerodinamico.

I test Pirelli si completeranno mercoledì e giovedì dopo il GP del Giappone con la Renaut, mentre la Sauber sarà di scena per un giorno dopo il GP del Messico: entrambi i turni di lavoro saranno finalizzati sulle mescole, in vista della sessione collettiva prevista dopo il GP di Abu Dhabi nella quale saranno deliberati gli pneumatici 2019 alla presenza di tutti i team.

Prossimo articolo Formula 1
La FIA tiene d'occhio il ventolino della Ferrari che oscura la visuale della camera car

Articolo precedente

La FIA tiene d'occhio il ventolino della Ferrari che oscura la visuale della camera car

Articolo successivo

Vettel non si arrende: "Posso ancora diventare campione del mondo e mi piacerebbe chiedere consigli a Schumi"

Vettel non si arrende: "Posso ancora diventare campione del mondo e mi piacerebbe chiedere consigli a Schumi"
Carica i commenti