F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Tecnica Ferrari: sulla SF90 è stato provato un nuovo fondo con tre piccoli flap

condividi
commenti
Tecnica Ferrari: sulla SF90 è stato provato un nuovo fondo con tre piccoli flap
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
28 feb 2019, 11:36

Il team del Cavallino ha modificato il fondo davanti alla ruota posteriore della SF90 che è stato verniciato con flo viz per visualizzare l'andamento dei flussi. Con questa configurazione Leclerc ha sparato un tempo impressionante con le gomme C2, distanziando la Mercedes.

La Mercedes ha cercato di speventare la Ferrari sparando con le gomme C2 un tempo di 1'18"097 con Lewis Hamilton al volante. Ma poco dopo Charles Leclerc ha replicato alla freccia d'argento con la Rossa: il monegasco, infatti, a parità di mescola bianca (C2) ha portato il limite di questo compound a 1'17"253, dando il segno con una prestazione impressionante di quale possa essere la soglia di competitività della SF90.

Se Ferrari e Mercedes non si sfidano sul terreno dove si avventurano altri team in cerca dei tempi con le gomme a mescola Rossa (con quelle Charles si concede solo un intertempo fuxia e poi rallenta vistosamente per non dare riferimenti!), la partita si gioca sulle Pirelli più dure.

E se la squadra di Brackley ha calato martedì l'asso della W10 totalmente rivista nell'aerodinamica, non è che a Maranello stiano dormendo, anzi. Sulla SF90 in mattinata ha fatto la sua comparsa un nuovo fondo che adotta tre piccole pinne davanti alla ruota posteriore, laddove le quattro "rotaie" del doppio binario si inclinano verso l'interno.

Ferrari SF90, dettaglio del nuovo fondo con il flo viz

Ferrari SF90, dettaglio del nuovo fondo con il flo viz

Photo by: Giorgio Piola

I tecnici del Cavallino hanno cosparso in quella zona nevralgica del fondo della vernice flo viz per avere una visualizzazione dell'andamento dei flussi...

Articolo successivo
Motorsport Report: Giorgio Piola analizza le scelte tecniche di Renault, Alfa e Mercedes

Articolo precedente

Motorsport Report: Giorgio Piola analizza le scelte tecniche di Renault, Alfa e Mercedes

Articolo successivo

Formula One Group: nel 2018 le perdite sono cresciute rispetto al 2017

Formula One Group: nel 2018 le perdite sono cresciute rispetto al 2017
Carica i commenti
Be first to get
breaking news