Steiner: "McLaren e Renault fortunate. Haas non è nella posizione giusta"

condividi
commenti
Steiner:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
24 apr 2018, 14:15

Il team principal di Haas F1 afferma che la squadra americana ha le carte in regola per lottare per il quarto posto. "Ma dovremo essere noi a crearci le nostre fortune. Se non fosse andata male in Australia...".

Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18 Ferrari, nel garage
Kevin Magnussen, Haas F1 Team, in griglia con gli ingegneri Haas F1
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18 Ferrari
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18 Ferrari, Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-18 Ferrari
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18 Ferrari
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18 Ferrari
Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-18 Ferrari

Le prime tre gare del Mondiale 2018 di Formula 1 hanno delineato una prima lotta per la quarta posizione nel Mondiale Costruttori che, a sorpresa, non vede per ora coinvolta la Force India, detentrice nelle ultime due stagioni del miglior piazzamento dietro ai tre top team.

Posto che anche quest'anno le prime tre posizioni sembrano ormai essere questione esclusiva di Mercedes, Ferrari e Red Bull, leggendo l'attuale classifica sorge immediatamente all'attenzione che a oggi vi siano quattro team in lotta per il quarto posto: Renault, Toro Rosso, McLaren e Haas F1.

La squadra di Woking occupa attualmente la prima posizione dietro i top team con 28 punti, 3 in più rispetto alla Renault, 16 in più della Toro Rosso e 17 più della Haas F1. Eppure il team americano è pienamente convinto di essere in lotta per battagliare con le squadre che la precedono di pochi punti.

"Nelle prime tre gare della stagione siamo sempre stati in buona posizione", ha dichiarato Gunther Steiner, team principal della Haas F1, a Motorsport.com. "Al momento la lotta per il quarto posto è tra noi, la Renault e la McLaren. Io penso che il quadro della situazione sia abbastanza chiaro e spero che le cose possano cambiare, perché al momento loro sono stati fortunati, mentre noi, al contempo, siamo stati sfortunati".

"Però, con tutta onestà, dobbiamo essere noi a fare le nostre fortune. In Australia non è andata affatto bene, altrimenti saremmo dove dovremmo essere in questo momento nella classifica Costruttori".

Steiner indica la via per continuare a ottenere ottimi risultati, cercando di capitalizzare gare in cui entrambe le monoposto sono in zona punti e non commettere più errori come quelli avvenuti nella gara d'apertura della stagione a Melbourne.

"Abbiamo bisogno di continuare a fare quello che stiamo facendo. Ogni gara abbiamo imparato di più sulle gomme e stiamo costruendo le nostre conoscenze per quanto riguarda il loro utilizzo. Abbiamo inoltre programmato aggiornamenti per la monoposto":

"Il nostro piano 2018 è differente da quello dell'anno passato. L'anno scorso sapevamo che non avremmo avuto molti aggiornamenti, per cui ci siamo concentrati rapidamente sulla macchina di quest'anno. Ora invece abbiamo preso la decisione di portare più aggiornamenti nel corso del 2018. Così ora dovremo capire quanto saranno buoni questi aggiornamenti, ma anche quelli degli avversari".

Informazioni aggiuntive di James Roberts

Prossimo articolo Formula 1
Red Bull aspetta Ricciardo fino a quando scadrà l'opzione Ferrari

Previous article

Red Bull aspetta Ricciardo fino a quando scadrà l'opzione Ferrari

Next article

La FIA autorizza lo spostamento dei retrovisori sull'Halo

La FIA autorizza lo spostamento dei retrovisori sull'Halo
Load comments

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP dell'Azerbaijan
Location Baku City Circuit
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie