Steiner fiducioso: "Haas pronta per i punti nel 2022"

Aver messo una vettura in Q2 in Turchia, quella di Mick Schumacher, è stato un risultato inatteso per la Haas e Gunther Steiner ha accolto la prestazione del tedesco come un segnale di crescita importante per il prossimo anno.

Steiner fiducioso: "Haas pronta per i punti nel 2022"

La stagione 2021 non sarà certamente inserita nel libro dei ricordi per il teem Haas. La scuderia diretta da Gunther Steiner, infatti, ha deciso di affrontare il campionato adattando la VF-21 alle novità regolamentari introdotte per questa stagione senza però portare in pista alcun aggiornamento.

Questa scelta, presa per dirottare tutte le risorse sulla monoposto 2022, ha fatto diventare la Haas la Cenerentola della griglia ed attualmente il team statunitense occupa l’ultima posizione in classifica con zero punti.

Lo scorso weekend, però, è accaduto qualcosa che ha dato una particolare motivazione alla Haas in vista della prossima stagione. Mick Schumacher, per la prima volta in campionato, è riuscito ad accedere in Q2 e Gunther Steiner ha voluto sottolineare quanto questa performance abbia fatto bene a tutta la squadra.

“Vedere come il team abbia gestito l’intero weekend è la mia più grande soddisfazione. Siamo pronti per il prossimo anno. Ovviamente siamo consapevoli che faremo degli errori, ma in Turchia appena si è presentata una opportunità l’abbiamo sfruttata”.

Nikita Mazepin, Haas VF-21, Mick Schumacher, Haas VF-21

Nikita Mazepin, Haas VF-21, Mick Schumacher, Haas VF-21

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

“Mick è rimasto molto calmo ed in questo è stato supportato dal suo ingegnere di pista. Inoltre avevamo Ayao Komatsu che lavorava in sostituzione dell’ingegnere di gara di Nikita. Tutti hanno svolto un ottimo lavoro e questo mi rende felice”.

“Quanto visto in Turchia mi ha fatto capire che siamo pronti. Se avremo una vettura competitiva il team sarà pronto per andare a punti”.

Per Schumacher la gara all’Istanbul Park si è messa subito in salita quando è stato colpito da Fernando Alonso. Il tedesco, alla fine, ha chiuso in diciannovesima posizione davanti al suo compagno di team Nikita Mazepin, ma il raggiungimento della Q2 è ciò che ha maggiormente colpito Steiner.

“Sono davvero molto felice della squadra perché un risultato del genere ripaga di tutto l’impegno e del duro lavoro. Vedo gli sforzi che tutti i ragazzi fanno e quando non arrivano i risultati mi sento male per loro. Questo risultato li ripaga di tutto l’impegno che ci mettono”.

“Tre anni fa saremmo stati delusi di non essere riusciti ad entrare in Q3, mentre oggi siamo felici di riuscire a passare in Q2. È una situazione diversa. Ad ogni modo abbiamo svolto tutto alla perfezione e dimostra che lavorando sodo i risultati arriveranno”.

condividi
commenti
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1
Articolo precedente

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Articolo successivo

F1: ecco il calendario 2022 con 23 gare e la conferma di Imola

F1: ecco il calendario 2022 con 23 gare e la conferma di Imola
Carica i commenti