Steiner attacca: "La Renault proverà di tutto invece che concentrarsi sul suo miglioramento"

condividi
commenti
Steiner attacca:
Scott Mitchell
Di: Scott Mitchell
Tradotto da: Matteo Nugnes
10 ott 2018, 10:47

Il team principal della Haas, Gunther Steiner, crede che la Renault proverà qualsiasi cosa piuttosto che concentrarsi su se stessa per migliorare nella lota per il quarto posto nella classifica costruttori.

La Renault ha occupato il quarto posto nella costruttori per gran parte di questa stagione, ma ha perso terreno nella corsa allo sviluppo e questo ha comportato un calo delle sue prestazioni.

La Haas sarebbe stata in vantaggio sulla Renault se Romain Grosjean non fosse stato escluso dal Gran Premio d'Italia per un fondo illegale, una questione che è emersa perché la Renault aveva fatto reclamo contro il suo rivale.

Nico Hulkenberg ha detto che per la Renault sarà molto dura fino alla fine dell'anno se non migliorerà il suo stato di forma attuale, con la Haas che ha ridotto il suo ritardo a 8 punti in Giappone. E la situazione potrebbe anche peggiorare se dovesse essere accolto l'appello sull'esclusione di Monza.

Quando gli è stato chiesto da Motorsport.com se la Haas sente l'odore del sangue ora che la Renault sta accusando un calo di forma, Steiner ha detto: "Vedo solo che le loro prestazioni sono diminuite, non so cosa stia succedendo internamente".

"Di sicuro hanno perso qualcosa in termini di prestazioni e non possono neanche incolpare nessuno per il motore, visto che se lo fanno da soli. Se si dovessero confondere ancora di più, sarebbe meglio per noi: non sono contrario!".

"Si è visto che erano un po' disperati quando hanno fatto il reclamo contro di noi a Monza. Proveranno a fare qualsiasi cosa invece che concentrarsi su loro stessi per migliorare".

Alla Haas rimangono quattro gare per cercare di riprendere la Renault, ma Steiner ha detto che la sua squadra non deve avere fretta a portare a termine il suo lavoro.

"E' ancora difficile" ha detto. "So che restano quattro gare. Loro non erano molto forti in Giappone, ma sono stati più fortunati di noi e hanno fatto un punto. Le loro prestazioni ed il loro passo però non erano buoni".

"Ma ciò non significa che non saranno competitivi ad Austin ed in Messico. Dobbiamo tenere alta la guardia e fare un buon lavoro, perché non siamo ancora arrivati al nostro obiettivo".

"Combatteremo, ma c'è ancora molta strada da fare. Ancora quattro gare, che sono il 20% del campionato circa".

Steiner ha dichiarato che vuole che la squadra ottenga il quarto posto, ma senza fare affidamento sul fatto che possa essere accolto il ricorso sulla squalifica di Monza.

Il caso sarà discusso il primo novembre, dopo il "back to back" composto dal GP degli Stati Uniti e quello del Messico.

"Torneremo negli Stati Uniti subito dopo il Messico ed avremo tre giorni per prepararci all'udienza" ha detto Steiner.

Prossimo articolo Formula 1
Report strategie: a Suzuka la Ferrari ha regalato la vittoria alla Mercedes. Che battaglia a centro classifica!

Articolo precedente

Report strategie: a Suzuka la Ferrari ha regalato la vittoria alla Mercedes. Che battaglia a centro classifica!

Articolo successivo

Briatore duro con Vettel: "E' ossessionato dalle vittorie dei GP, ma così non si vincono i Mondiali!"

Briatore duro con Vettel: "E' ossessionato dalle vittorie dei GP, ma così non si vincono i Mondiali!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Scott Mitchell
Tipo di articolo Ultime notizie