La Ferrari a Sochi con una slitta in carbonio

La Ferrari a Sochi con una slitta in carbonio

Francesca Porcellato è andata a Maranello per riirare il nuovo mezzo per i Giochi Paraolimpici

E’ un sogno che diventa realtà quello di Francesca Porcellato, atleta e fondista di Castelfranco Veneto: eccola alla Ferrari per ritirare la slitta con cui parteciperà ai prossimi Giochi Paralimpici di Sochi. “E’ una grande emozione essere qui e poter stringere tra le mani un pezzo della Ferrari, una passione che – insieme al colore dei capelli – mi è valsa il soprannome di... Testa Rossa”: sono le parole di Francesca mentre esibisce con orgoglio la sua nuova slitta in carbonio, realizzata dai tecnici della Ferrari in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico. “Solo un mese fa ne abbiamo parlato al telefono e non avrei mai immaginato di poterla avere così velocemente! E’ molto più leggera rispetto alla precedente e le sensazioni sono positive, adesso dobbiamo solo provarla sulla neve e farla andare veloce!”. E’ proprio la velocità ad accomunare il DNA della Ferrari e quello di Francesca, che fin da bambina sognava di diventare un’atleta e che con grande coraggio ha saputo trasformare quello che sembrava un capriccio infantile in otto partecipazioni ai Giochi Olimpici, in cui ha conquistato undici medaglie. Un sogno che continua a Sochi, dove l’appuntamento è con lo sci di fondo.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie