Sochi, track limits: Curva 2 è lo spauracchio in qualifica

Michael Masi, direttore di gara della F1, spiega dove i piloti non potranno rallentare in qualifica e il punto della pista dove dovranno stare attenti a non tagliare per evitare di perdere il tempo sul giro secco.

Sochi, track limits: Curva 2 è lo spauracchio in qualifica

La Formula 1 torna in scena in questo fine settimana sul tracciato di Sochi, sede del Gran Premio di Russia, decimo appuntamento del Mondiale 2020. In vista di qualifiche e gara, il direttore di gara della Formula 1 Michael Masi ha spiegato cosa sarà o non sarà concesso ai piloti in termini di limiti del tracciato e di rallentamenti nel corso delle qualifiche per prendere spazio dalle monoposto davanti.

Delle puntualizzazioni doverose, se si considera che in passato a Sochi le scie si sono mostrate importanti per ottenere vantaggi sul giro secco. Non è tutto, perché i ai piloti non sarà premesso di rallentare nei paraggi della seconda zona DRS, ossia tra Curva 12 e 13.

"Qualsiasi pilota che intenda cerare un gap davanti a sé per poter sfruttare un giro senza traffico, non dovrà tentare di farlo in Curva 12 e/o 13", ha scritto Masi. "Ogni pilota che si renderà conto di averlo fatto sarà segnalato ai commissari sportivi per aver violato l'articolo 27,4 del Regolamento Sportivo".

Come detto, sono arrivati anche importanti chiarimenti sui limiti del tracciato e su un percorso che i piloti dovranno attenersi qualora non riuscissero ad affrontare Curva 2. E' stato infatti realizzato un percorso all'esterno della curva, così da far rientrare i piloti in Curva 3, dunque in modo sicuro.

"Qualunque tempo venga fatto nelle libere o in qualifica con il pilota andato oltre i limiti della pista in Curva 2, sarà tolto dai commissari sportivi. Ogni volta che una monoposto non riuscirà ad affrontare Curva 2, il suo team sarà informato tramite il sistema di messaggistica ufficiale".

"Nella seconda occasione in cui un pilota non riesca a fare Curva 2 utilizzando la pista durante la gara, riceverà bandiera bianca-nera. Ogni ulteriore taglio sarà poi segnalato ai commissari sportivi".

"In tutti i casi appena descritti, i piloti saranno tenuti a rientrare in pista solo quando vi sarà una situazione sicura e senza ottenere vantaggi duraturi".

condividi
commenti
Whitmarsh nel consiglio della Commissione Hamilton
Articolo precedente

Whitmarsh nel consiglio della Commissione Hamilton

Articolo successivo

Honda col terzo motore: problema elettrico per Verstappen

Honda col terzo motore: problema elettrico per Verstappen
Carica i commenti