Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
PL1 in
24 giorni
07 mag
-
10 mag
FP1 in
73 giorni
21 mag
-
24 mag
FP1 in
86 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
108 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
129 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
143 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
157 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
185 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
192 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
206 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
240 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
247 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
261 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
275 giorni

Silverstone, dubbi sulla zona DRS del rettilineo di partenza: in Curva 1 e 2 potrebbe esserci poco carico aerodinamico

condividi
commenti
Silverstone, dubbi sulla zona DRS del rettilineo di partenza: in Curva 1 e 2 potrebbe esserci poco carico aerodinamico
Di:
5 lug 2018, 17:28

Nel Paddock di Silverstone ci si interroga se l'ultima zona DRS introdotta dalla FIA sia di reale utilità. Nelle prime due curve alcune monoposto potrebbero non avere il carico aerodinamico sufficiente per poterle affrontare con il DRS attivato.

Ferrari SF71H, dettaglio del diffusore
Bandiere del Regno Unito
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Charles Leclerc, Sauber C37 e Marcus Ericsson, Sauber C37, tagliano il traguardo

Il proliferare delle zone DRS ha incluso anche Silverstone. Sul tracciato inglese è stata aggiunta una terza zona in cui i piloti potranno utilizzare l’ala posteriore ‘aperta’ che coincide con il rettilineo di partenza.

Fin qui tutto nella norma, ma il sistema DRS si disattiva solo quando i piloti rilasciano il pedale dell’acceleratore o azionano quello del freno, e la particolare conformazione del circuito di Silverstone vede dopo il traguardo la curva 1, tratto che i piloti percorrono in pieno, così come la successiva 2. Sulla carta sarebbe quindi possibile azionare il DRS sul rettilineo di partenza e portare l’ala aperta fino alla staccata della curva 3.

Leggi anche:

Nel paddock di Silverstone ci si interroga però sulla reale possibilità di trarre vantaggio da questa opportunità, considerando che uscire dalla 1 senza il solito carico aerodinamico potrebbe rappresentare un problema per riuscire a tenere la traiettoria ideale per la 2, soprattutto per le squadre che non hanno un downforce all’altezza dei top-team. Per tutti, però, sono previste prove in tal senso nel corso delle prove libere in programma domani.

“In effetti è un po' complicato – ha confermato Vettel – proveremo domani, e valuteremo le condizioni di asfalto e il grip degli pneumatici per capire se è un vantaggio o meno. Ma credo che se c’è qualcuno in grado di farlo alla fine saranno i top-team, ovvero quelli con il maggior carico aerodinamico, quindi è una situazione particolare che rischia di dividere ancora di più la griglia di partenza”.

Articolo successivo
Mercedes: sostituita la pompa della benzina sulle sei F1 fornite dalla Stella

Articolo precedente

Mercedes: sostituita la pompa della benzina sulle sei F1 fornite dalla Stella

Articolo successivo

Raikkonen: "Mercedes favorita, ma non abbiamo mai visto queste temperature a Silverstone"

Raikkonen: "Mercedes favorita, ma non abbiamo mai visto queste temperature a Silverstone"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sotto-evento Giovedì
Location Silverstone
Autore Roberto Chinchero