Sfortuna Gasly: fermato dal cedimento di una saldatura

Pierre Gasly ha definito il suo ritiro dal GP dell'Emilia Romagna "abbastanza duro", dopo che il cedimento di una saldatura ha portato ad una perdita di pressione dell'acqua sulla sua AlphaTauri.

Sfortuna Gasly: fermato dal cedimento di una saldatura

I meccanici dell'AlphaTauri hanno individuato una perdita d'acqua prima della partenza e speravano di poterla riparare con un intervento sulla griglia di partenza.

Il francese aveva ottenuto un ottimo quarto posto in griglia e al via sembrava addirittura in grado di superare il vincitore Lewis Hamilton prima di essere costretto ad alzare il piede per evitare un contatto, arretrando in quinta posizione, alle spalle anche della Renault di Daniel Ricciardo.

Dopo soli otto giri, Gasly però ha ricevuto un messaggio via radio che non ha lasciato spazio ad equivoci, perché parlava di "situazione terminale". Poco dopo, infatti, gli è stato detto: "Non c'è alternativa, se non ci ritiriamo ora, si romperà tutto".

Il francese quindi è stato costretto ad alzare bandiera bianca quando si trovava in quinta posizione per preservare il propulsore Honda. Il tutto mentre il suo compagno di squadra Daniil Kvyat alla fine si è piazzato quarto.

"E' stato abbastanza difficile, soprattutto perché era la nostra gara di casa qui ad Imola" ha detto Gasly. "Poi il fine settimana era andato davvero bene fino alla gara".

"E' stato molto triste ritirarsi, ma i ragazzi hanno notato un calo di pressione dell'acqua già nel pre-griglia, quindi hanno provato a fare tutto il possibile per sistemarla prima del via. Purtroppo non ha funzionato e ci siamo dovuti ritirare dopo un paio di giri".

Leggi anche:

"Si spera sempre per il meglio. Ho fatto un'ottima partenza, il mio tempo di reazione è stato davvero buono. Ho provato anche ad affiancare Hamilton, ma ho visto che era troppo vicino, quindi ho deciso di alzare il piede".

"A quel punto eravamo in quinta posizione e la mia macchina era stata veloce per tutto il weekend. Credo che avessimo un ritmo leggermente migliore di quello di Ricciardo, quindi c'era chiaramente la possibilità di lottare per la top 5".

"Ritirarsi in una gara così è molto dura. Ma questo è il motorsport purtroppo" ha concluso Gasly.

Il team principal Franz Tost ha detto che il team era convinto di aver risolto il problema prima del via.

"Pensavamo che fosse stato risolto" ha detto. "C'era stata una piccola rottura e purtroppo non c'è stato niente da fare".

"Dopo quattro o cinque giri di gara abbiamo visto che la pressione dell'acqua è diminuita e quindi abbiamo deciso di ritirare la vettura, perché non volevamo rischiare la power unit. Si è rotta una saldatura sul radiatore".

"Era stato un weekend fantastico per lui. Aveva fatto un'ottima qualifica, piazzandosi quarto. Aveva anche fatto una partenza perfetta e stava per sorpassare Hamilton, che lo ha costretto però ad alzare il piede. E nonostante tutto era quinto".

"Abbiamo parlato velocemente e naturalmente è molto deluso, come tutti noi, perché avrebbe potuto fare un bel numero di punti qui".

condividi
commenti

Related video

Bonaccini: "Lavoriamo perché Imola resti in F1"
Articolo precedente

Bonaccini: "Lavoriamo perché Imola resti in F1"

Articolo successivo

Rueda: "Sarebbe stato meglio partire 11esimi con la medie"

Rueda: "Sarebbe stato meglio partire 11esimi con la medie"
Carica i commenti