Sergio Perez: "Avevo il potenziale per vincere!"

Il messicano è stato lucido e freddo, ma ha commesso un piccolo errore su un cordolo

Sergio Perez:
E' il nome nuovo della Formula 1. A qualcuno può sembrare un predestinato: Sergio Perez sale per la prima volta sul podio conquistando il secondo posto nel Gp della Malesia con la Sauber C31-Ferrari. Il compassato Peter Sauber piange lacrime di gioia mentre il ragazzo festeggia un piazzamento insperato. Il messicano di 22 anni ha avuto l'occasione di attaccare un campione navigato come Fernando Alonso, ma ha pagato con un piccolo errore il momento decisivo della corsa. Avresti potuto vincere? "Certamente sì - ammette Sergio - nella parte finale della gara mi ero reso conto di avere un passo più veloce di Fernando, ma mi ero anche reso conto che le gomme anteriori in alcuni tratti della pista cominciavano a perdere di aderenza". Un piccolo errore non ti ha permesso di colnare l'inseguimento... "Credetemi non era una situazione facile: ho toccato un cordolo sul quale mi sono scomposto e la vettura è finita larga sullo sporco. L'asfalto era ancora bagnato e forse ho perso lì l'occasione per andare a vincere: non sarebbe stato facile superare Fernando, ma il potenziale c'era. Il team è stato fantastico nella gestione dei pit stop, specie nell'anticipare tutti con il primo, mentre la Ferrari ha sfruttato meglio il secondo. Ancora non ci credo che sono salito sul podio!".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie