Vettel in Ungheria firma la settima pole

condividi
commenti
Vettel in Ungheria firma la settima pole
Redazione
Di: Redazione
31 lug 2010, 15:02

Ancora una doppietta Red Bull con Webber secondo. Alonso terzo con la Ferrari a 1"2

Le Red Bull all'Hungaroring sono imprendibili: Sebastian Vettel coglie la settima pole position della stagione con il tempo di 1'18"773. Il tedesco ha preceduto il compagno di squadra Webber di quasi mezzo secondo. La Rb6 ha mostrato la sua incredibile superiorità festeggiando il 100. Gp della squadra di Milton Keynes. "Questa è una macchina facile e fantastica da guidare - ammette Vettel - e sono curioso di vedere cosa succederà domani: l'importante sarà partire bene". Webber ha commesso un piccolo errore nel tratto più guidato che ha compromesso la sua possibilità di contrastare il passo di Vettel. Mark promette battaglia, ordini di scuderia permettendo. La Ferrari occupa tutta la seconda fila con Alonso davanti a Massa. Stupisce il divario che separa le Rosse dalla pole position, a pochi giorni dal dominio di Maranello a Hockenheim. Lo spagnolo ha pagato oltre 1"2, troppo per nutrire la speranza di poter guardare davanti nelle corsa, anche se la F10 nel passo di gara è sempre meglio rispetto alla qualifica, dove fa fatica a mandare in temperature le gomme nel primo giro. Hamilton, leader del campionato, è solo quinto in griglia con una McLaren in difficoltà. La Mp4-25 a passo lungo fa fatica su una pista molto guidata: ne ha fatto le spese Jenson Button che è rimasto fuori dalla Q3 con l'undicesimo tempo. Buona la prestazione di Nico Rosberg che ha reso eclatante la differenza di prestazione con il compagno di squadra Michael Schumacher, relegato al 14. posto con sei decimi di distacco dal più giovane collega. Stupisce il settimo tempo di Vitaly Petrov con la Renault: il russo per la prima volta è stato davanti a Robert Kubica che deve aver pensato in funzione della gara. Positivi anche De la Rosa nono con la Sauber e Hulkenberg decimo con la Williams. Tutti i tempi delle qualifiche


 1. Sebastian Vettel – Red Bull-Renault – 1'18”773 2. Mark Webber - Red Bull-Renault – 1'19”184 3. Fernando Alonso - Ferrari – 1'19”987 4. Felipe Massa - Ferrari – 1'20”331 5. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - 1'20”499 6. Nico Rosberg - Mercedes – 1'21”082 7. Vitaly Petrov - Renault – 1'21”229 8. Robert Kubica – Renault – 1'21”328 9. Pedro de la Rosa – Sauber-Ferrari – 1'21”411 10. Nico Hulkenberg – Williams-Cosworth – 1'21”710 11. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'21”292 12. Rubens Barrichello - Williams-Cosworth 1'21”331 13. Adrian Sutil - Force India-Mercedes – 1'21”517 14. Michael Schumacher - Mercedes – 1'21”630 17. Sebastien Buemi – Toro Rosso-Ferrari – 1'21”897 15. Vitantonio Liuzzi - Force India-Mercedes – 1'21”927 17. Jaime Alguersuari – Toro Rosso-Ferrari – 1'21”998 18. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari – 1'22”222 19. Timo Glock – Virgin-Cosworth – 1'24”050 20. Heikki Kovalainen - Lotus-Cosworth - 1'24”120 21. Jarno Trulli - Lotus-Cosworth - 1'24”199 22. Lucas di Grassi – Virgin-Cosworth - 1'25”118 23. Bruno Senna - HRT-Cosworth - 1'26”391 24. Sakon Yamamoto - HRT-Cosworth - 1'26”453
Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: "Non potevo fare meglio"

Previous article

Hamilton: "Non potevo fare meglio"

Next article

La Force India rinuncia agli scarichi soffianti

La Force India rinuncia agli scarichi soffianti