Montezemolo: "Alonso? Si troverà una soluzione"

Il presidente dal Salone di Parigi ammette che Fernando sta parlando del futuro con Mattiacci. Presto il divorzio?

Montezemolo:

Luca di Montezemolo e il commiato dalla presidenza Ferrari. Il vecchio presidente ha parlato nella sala “tailor made” dello stand del Cavallino rampante al Salone di Parigi. Si è espresso con il solito eloquio, ma c’era una vena di tristezza nelle sue parole. “La vita è piena di sorprese e bisogna saper affrontare i cambiamenti – ha detto Montezemolo davanti ai giornalisti italiani - siamo orgogliosi di chiudere un ciclo importante, in un anno record per la Ferrari in termini di risultati”. È l’attimo in cui nella sala entra a sorpresa anche Sergio Marchionne che si siede su una poltrona rossa alla sua destra e ascolta in silenzio. “Vuoi continuare tu?” ha detto ironicamente Luca, ma chissà se stava scherzando davvero!

Dopo aver tessuto le lodi della 458 Speciale A, la spider che è stata presentata ufficialmente nella capitale francese, il Presidente è passato al tema che tutti i sala stavano aspettavano: Fernando Alonso. In mattinata proprio Sergio Marchionne si era chiamato fuori dalla questione, lasciando che la... patata bollente passasse nelle mani di chi è ancora in carica al vertice della Gestione Sportiva.

“Siccome so che mi farete delle domande su Alonso ve lo dico subito”. E di rimando Marchionne ha commentato... “Se ne approfitta perché per qualche ora lo può ancora fare. Per il momento caro Luca sono ca..i tuoi”. “E’ solo questione di secondi e poi saranno anche tuoi” ha replicato Montezemolo. È il siparietto che ha fatto da preambolo alla dichiarazione che tutti attendono con ansia:

“Alonso per me è il migliore pilota da gara del mondo. Ha dato tutto e ha fatto gare straordinarie nel 2010 quando poteva essere campione nel mondo. Sia lui che noi pensavamo e speravamo di far meglio. Io lo devo solo ringraziare…”.

Poi il presidente arriva al dunque…
“Fernando sta parlando con Mattiacci, non c'è l'assillo di trovare una soluzione domani. E poi dipende da cosa vuole lui. Alla fine si troverà la migliore soluzione. Tanto più che c’è un contratto in essere".

Non è un benservito al campione spagnolo, ma poco ci manca. La Ferrari non vuole fare delle forzature e spinge Fernando ad andarsene. È chiaro che per la nuova gestione del Cavallino non è più indispensabile. Se vuole andare via nessuno lo terrà a Maranello. C’è chi sostiene che potrebbe uscire dal contratto anche senza pagare penali (che ci sono, a dispetto di quanto si va dicendo in giro). Il non detto del Presidente in carica, vale molto più di quanto ha effettivamente dichiarato.

Lapidaria anche la dichiarazione di Sergio Marchionne che poco prima alle televisioni aveva detto:
“Sull’argomento Alonso parlerà Montezemolo che è in contatto con Mattiacci. La Ferrari, comunque, è un bene superiore che viene prima di qualsiasi fornitore o collaboratore”.

E’ un altro siluro sparato con toni molto pacati all’iberico che dal Giappone ha cercato di guadagnare tempo. La partita a scacchi prosegue, ma lo scenario si definisce in modo sempre più chiaro con il trascorrere delle ore.

Montezemolo, chiusa la parentesi dedicata ad Alonso, si accomiata:
“Io sono orgolioso di lasciare l'azienda con un bellissimo bilancio e una situazione finanziaria eccellente. Però vi do appuntamento a Ginevra, perché Marchionne ha troppe cose da fare e fra qualche mese mi richiamerà…”.

E’ l’ultima battuta:
“No, la prossima settimana sarà l’ultima a Maranello”.

Poi andrà all’Alitalia?
"Sinceramente non ho preso ancora alcuna decisione, se no lo direi".
Poi i saluti. Veri e commossi…

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie