Sainz: "Perez e Norris hanno fatto un gran giro per batterci"

Lo spagnolo si mostra contento del quinto posto ottenuto, essendo non solo il migliore delle Ferrari, ma anche in buona posizione per lottare nel GP e dare alla Scuderia punti pesanti per il Costruttori.

Sainz: "Perez e Norris hanno fatto un gran giro per batterci"

Carlos Sainz è molto soddisfatto del suo quinto posto centrato nelle Qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi.

A Yas Marina è anche risultato il migliore delle Ferrari, piazzando la sua SF21 davanti a quella di Charles Leclerc, che è settimo.

Dal canto suo, lo spagnolo è contento soprattutto della propria prestazione, priva di sbavature che avrebbero potuto farlo finire più indietro.

"Dopo Jeddah ero molto dispiaciuto perché andavo forte, ma in Q2 sono stato troppo aggressivo quando non avrei dovuto; qui invece sono riuscito ad essere veloce quando contava, ossia in Q3, per cui sono molto contento".

"Ho fatto un bel giro, non perfetto, ma comunque pulito e privo di errori. Personalmente non ho mai avuto dubbi sulle mie possibilità, anche quando ero in McLaren con Norris. A volte era davanti lui, altre toccava a me, ma sapevo di avere delle possibilità".

"Ho sempre avuto fiducia in me stesso e nelle ultime 6-7 gare sono andato molto veloce in qualifica, sfruttando tutto il potenziale della macchina".

Davanti a Sainz ci sono le Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez, la Mercedes di Lewis Hamilton e la McLaren di Lando Norris, mentre in terza fila al suo fianco vedremo l'altra W12 condotta da Valtteri Bottas.

Questo fa sorridere il figlio d'arte, che riconosce la buona crescita della Scuderia e anche del suo passo, oltre che delle capacità strategiche.

Fernando Alonso, Alpine A521, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Fernando Alonso, Alpine A521, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

"Siamo riusciti a stare più vicini ai migliori e questo non me l'aspettavo, a dir la verità. Soprattutto Perez e Norris hanno dovuto fare un gran giro per batterci".

"A me personalmente forse è mancata un po' la gestione della gomma, in Q2 mi ero accorto che nel primo e secondo settore andava tutto bene e potevo spingere, ma nel terzo facevo fatica".

"In Q3 invece sono riuscito a fare meglio i primi due, senza forzare troppo, mentre nell'ultimo ho dato tutto quello che mancava. Ho ottenuto un bel 22"9 come tempo che secondo me era il limite della macchina.

"Sono contento anche di aver mantenuto la calma e la freddezza per fare ciò, dopo un venerdì difficile oggi abbiamo quasi raggiunto il passo che volevamo".

Il GP di domani sarà decisivo non solo per l'assegnazione dei titoli Mondiali, ma anche per i piazzamenti delle squadre, con la Ferrari che punta al terzo posto e a tenersi dietro la McLaren.

Sainz si dice pronto a lottare cercando di sfruttare la gomma Pirelli morbida al via, in modo da conquistare punti pesanti per sè e per Maranello.

"La soft sappiamo che si degrada prima, ma in quanto ha passo è più veloce della media. Anche Verstappen ha scelto questa mescola, perché così in partenza puoi guadagnare. E' vero che ti devi fermare prima degli altri, ma la gomma tiene, dunque sarà interessante vedere come andrà".

"Trattenersi in partenza sarà difficile, è così per tutti. E' l'ultima gara dell'anno e vogliamo finire bene la stagione andando all'attacco".

"Penso che arrivare quinto in campionato sarà difficile, a meno che non succeda qualcosa a Leclerc e a Norris. Onestamente non mi cambia molto la posizione generale, già essere in lotta con loro, che conoscono squadra e auto da tre anni, è un bel risultato".

"Spero di terminare la stagione bene in modo da cominciare l'inverno con fiducia, ma non voglio succeda nulla di negativo a Charles perché stiamo lottando anche per il terzo posto nel Mondiale Costruttori, che per il team è importante. Dunque ci servono anche i suoi punti".

Leggi anche:

 

condividi
commenti
Podcast F1 | Bobbi: "La pole di Max non è figlia della scia"
Articolo precedente

Podcast F1 | Bobbi: "La pole di Max non è figlia della scia"

Articolo successivo

Video F1 | Piola: "Newey determinante nella pole di Verstappen"

Video F1 | Piola: "Newey determinante nella pole di Verstappen"
Carica i commenti