Sainz: "Il nostro piano è riuscito perfettamente"

Carlos Sainz, pilota della Ferrari, è stato fondamentale per il risultato della Ferrari nelle qualifiche del GP di Turchia: ha aiutato Leclerc in Q2 e ha eliminato Ricciardo già in Q1.

Sainz: "Il nostro piano è riuscito perfettamente"

Con il cambio della power unit, inserendo nella rotazione il quarto motore, Carlos Sainz Jr. aveva ben poco da chiedere dalle qualifiche del Gran Premio di Turchia. Ma aveva tanto da dare al team e a Charles Leclerc e lo ha fatto egregiamente.

Il madrileno della Ferrari scatterà dall'ultima posizione in griglia di partenza all'Istanbul Park, ma oggi ha lavorato di squadra. Ha infatti preso parte alla Q1 nonostante il suo risultato fosse già scritto e ha escluso una delle due McLaren dalla Q2, quella di Daniel Ricciardo.

Non è tutto, perché in Q2 sembrava che Carlos dovesse rimanere ai box per pensare alla gara di domani. Invece, nell'ultimo tentativo di Leclerc - in quel momento in grossa difficoltà - Sainz ha dato la scia al compagno di squadra e lo ha aiutato a salire in Q3.

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Photo by: Jerry Andre / Motorsport Images

La mossa della Ferrari, con Carlos a dare la scia a Charles, è stata fondamentale. Leclerc si è poi piazzato in quarta posizione in Q3 e domani partirà terzo, tenendo in considerazione la penalità di 10 posizioni comminata a Hamilton dai commissari di gara dopo aver smarcato il quarto motore termico della stagione.

Leggi anche:

Al termine della Q2, sessione in cui Sainz è stato eliminato, il pilota della Ferrari ha spiegato la tattica adottata in qualifica dal team del Cavallino Rampante. Questo lo ha visto silenzioso protagonista, ma a dir poco fondamentale per il risultato finale.

"Il piano era sempre quello. Fare la Q1 per togliere qualcuno dalla Q2. Abbiamo tolto Ricciardo che è il nostro competitor diretto per il terzo posto nel Mondiale Costruttori e siamo riusciti a farlo stare dietro".

Sainz ha parlato del perché sia entrato in pista anche in Q2. Un'intenzione chiara sin da subito, che Carlos ha confermato senza problemi: "In Q2 dovevo riuscire a dare la scia a Charles in Q2 e il piano è riuscito tutto nel migliore dei modi".

Per quanto riguarda le sue qualifiche, invece, il suo umore è diametralmente opposto a quello del compagno di squadra Leclerc: "Sono abbastanza frustrato, specialmente dopo aver visto il passo delle altre vetture con condizioni asciutte. Una volta che la pista si è asciugata completamente, siamo stati molto competitivi. Lo abbiamo visto dal giro fatto da Charles. Dunque sono dispiaciuto per non aver preso parte a una delle qualifiche più competitive per il nostro team".

"Non vedo l'ora di correre domani e do lottare per risalire. Dovremo capire quanto sarà facile superare domani. Se sarà facile potrò avere buone chance di rimonta. Se invece dovesse essere difficile prendere la scia delle altre monoposto in Curva 8 e Curva 9, per noi potrebbe essere un pomeriggio frustrante", ha concluso il madrileno.

condividi
commenti
GP della Turchia: Hamilton davanti, ma c'è Bottas in pole. Leclerc quarto

Articolo precedente

GP della Turchia: Hamilton davanti, ma c'è Bottas in pole. Leclerc quarto

Articolo successivo

Hamilton: “La rimonta qui sarà dura. Ma c’è il rettilineo...”

Hamilton: “La rimonta qui sarà dura. Ma c’è il rettilineo...”
Carica i commenti