Schumi: Sabine Kehm spiega la dinamica della caduta

Schumi: Sabine Kehm spiega la dinamica della caduta

Michael aveva appena soccorso un amico e non andava forte: è stato sbalzato da un sasso sotto la neve fresca

Subito dopo la conferenza stampa dei medici dell'Ospedale di Grenoble sulle condizioni di Michael Schumacher, nella quale è stato rivelato un lieve miglioramento, è tornata a parlare anche la portavoce del 7 volte campione del mondo di Formula 1, Sabine Kehm. La Kehm è intervenuta soprattutto per smentire le voci cui Schumi stava sciando ad alta velocità quando si è verificato il suo grave incidente. Secondo la sua ricostruzione, infatti, il tedesco aveva appena aiutato un amico a rialzarsi ed è stato un passaggio sopra un sasso in mezzo alla neve fresca ad innescare la caduta. "E' stata una catena di circostanze negative e sfortunate che ha provocato l'incidente in cui è rimasto gravemente ferito Michael Schumacher. Non è vero che andava a tutta velocità. Stava sciando in neve fresca tra due piste, una rossa e una blu. Aveva appena aiutato un amico a rialzarsi dopo una caduta. In una curva ha preso un sasso sotto lo sci che lo ha sbalzato in avanti facendolo finire contro una roccia" ha spiegato. Sabine ha fatto anche un breve accenno alla famiglia: "Sono tutti presenti, ma sotto shock. C'è tanta preoccupazione, ma pure la speranza che Michael ce la faccia, anche se la situazione è sempre critica pur essendo lievemente migliorata".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Michael Schumacher
Articolo di tipo Ultime notizie