Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"

condividi
commenti
Russell: "L'odio dei polacchi nei miei confronti è doloroso"
Di:
19 ago 2019, 16:02

Il rookie George Russell ha rivelato che per lui è doloroso ricevere insulti da parte dei fan più agguerriti del suo compagno di squadra in Williams, il polacco Robert Kubica.

Russell ha debuttato in Formula 1 quest'anno dopo aver conquistato consecutivamente il titolo in GP3 ed in Formula 2, ma la Williams sta faticando molto e di fatto ha relegato il britannico ed il rientrante Kubica ad una lotta "fratricida" in coda al gruppo.

Il pilota del programma junior Mercedes ha avuto la meglio su Kubica in ogni singola sessione di qualifica, ma questo ha generato polemiche in Polonia, con i suoi tifosi che sostengono che Robert non ha lo stesso trattamento.

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato se è facile ignorare questo tipo di situazione sui social media, Russell ha detto a Motorsport.com: "E' un po' doloroso che il 50% dei commenti sui miei post siano di odio da parte dei tifosi polacchi, mentre l'altro 50% sono di supporto per me".

"Voglio dire, mi interessa davvero solo ciò che pensano di me la Williams e la Mercedes. Ma uno vorrebbe essere rispettato anche all'esterno del team".

"Non mi sono imbattuto in nessuno che non mi rispetti o che mi manifesti odio che non sia polacco. Quindi posso solo sperare di avere dei fan appassionati come quelli di Robert un giorno!".

Viste le enormi difficoltà della Williams, il confronto con Kubica è stato spesso l'unico metro con cui valutare la prima stagione di Russell nel Circus.

L'unico punto alla squadra lo ha portato però Kubica, piazzandosi decimo nel caotico GP di Germania, anche se Russell gli ha risposto con la miglior prestazione stagionale in qualifica in Ungheria.

"Penso di aver fatto un ottimo lavoro in alcuni weekend ed uno meno buono in altri" ha detto.

"Ma a livello di esperienza non cambierei nulla, perché anche dai momenti più brutti ho imparato moltissimo".

"Quando mi chiedono cosa cambierei delle prime dieci gare, dico che non cambierei nulla, perché sono cose che ti servono per migliorare come persona nella vita e come pilota" ha concluso.

Robert Kubica, Williams Racing, and George Russell, Williams Racing, on stage

Robert Kubica, Williams Racing, and George Russell, Williams Racing, on stage

Photo by: Jerry Andre / Sutton Images

Articolo successivo
McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34

Articolo precedente

McLaren: un quarto posto che vale di più del valore della MCL34

Articolo successivo

F1 2019, Video: I boomerang non salvano la Ferrari in Ungheria

F1 2019, Video: I boomerang non salvano la Ferrari in Ungheria
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Robert Kubica , George Russell
Team Williams
Autore Scott Mitchell