Rubata la cartella clinica di Schumacher a Grenoble

Rubata la cartella clinica di Schumacher a Grenoble

La Kehm ha confermato il furto di alcuni documenti, minacciando azioni legali in caso di pubblicazione

Dopo le buone notizie relative all'uscita dal coma ed al trasferimento a Losanna in un centro specializzato, oggi è stata confermata una brutta vicenda legata a Michael Schumacher. Nel pomeriggio, infatti, la Bild ha dato una notizia sconcertante: all'ospedale di Grenoble, dove è stato ricoverato per quasi sei mesi dopo l'incidente sugli sci avvenuto a Meribel, è stata rubata la cartella clinica del 7 volte campione del mondo di Formula 1. Il tutto ha poi trovato l'ufficialità in serata, quando la portavoce Sabine Kehm ha diffuso una breve nota per confermare che sono stati rubati dei documenti relativi alla salute di Schumi e che ci sarebbe già stato un tentativo di venderli ai media. A questo ha poi aggiunto che la diffusione di qualsiasi informazione contenuta in quei dati darebbe il via ad un'azione legale. Ecco il comunicato stampa: "Nei giorni scorsi documenti e dati sono stati rubati e offerti ai media in cambio di soldi. Chi offre questi dati sostiene che si tratti della cartella clinica di Michael. Non possiamo giudicare se i documenti sono autentici, ma il fatto è questo: i documenti sono stati rubati e il furto è stato denunciato. Le autorità sono state informate. Attiriamo l'attenzione dei media sul fatto che l'acquisto di tali documenti e dati e la loro pubblicazione è vietata. I dati provenienti da cartelle cliniche sono altamente confidenziali e non possono essere resi pubblici. Saremo quindi, in ogni singolo caso, tenuti ad adire alle vie legali nei confronti di qualsiasi pubblicazione del contenuto o riferimento alla cartella clinica".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Michael Schumacher
Articolo di tipo Ultime notizie