Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
111 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
124 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
152 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
159 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
173 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
209 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
216 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
230 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
243 giorni

Rosberg in pole a Spa, ma Verstappen è vicino. Raikkonen ottimo terzo!

condividi
commenti
Rosberg in pole a Spa, ma Verstappen è vicino. Raikkonen ottimo terzo!
Di:
27 ago 2016, 13:24

Rosberg fatica con le gomme Supersoft, ma porta la Mercedes alla sesta pole stagionale. Il tedesco è braccato dalla Red Bull di Verstappen, mentre la Ferrari è terza con Raikkonen ad appena 166 millesimi dalla vetta!

Nico Rosberg fa il suo compitino alla perfezione: il tedesco centra la 28esima pole position della carriera nelle qualifiche del GP del Belgio, cogliendo la seconda partenza al palo a Spa con un 1'46"744. Nico doveva capitalizzare il fatto che Lewis Hamilton scatterà ultimo dopo aver omologato ben tre power unit nel week end e non ha commesso errori. Si è qualificato in Q2 con le gomme Soft ottenendo un sorprendente 1'46"999 che testimonia il valore delle frecce d'argento e che gli permetterà di non partire domani con la mescola più morbida.

La W07 Hybrid patisce la copertura rossa e Lewis Hamilton si è anche lamentato del fatto che la Pirelli abbia imposto pressioni di gonfiaggio troppo alte (23,5 Psi davanti e 22 Psi dietro). Lewis non ha mai cercato di lavorare per la qualifica: anche in Q1 l'inglese si è dedicato a simulare una fine della gara con le gomme Supersoft e con il serbatoio di benzina quasi vuoto.

Non è una sorpresa, quindi, che il tre volte campione del mondo non abbia superato il primo taglio, visto che la Mercedes sta portando avanti una strategia molto chiara: il britannico domani potrà scattare (molto probabilmente dalla pit lane) con le gomme a mescola media. Lewis non ha nemmeno aspettato la bandiera a scacchi per uscire dalla freccia d'argento quando ha completato il programma che il team di Brackley gli ha preparato.

L'incertezza era su chi avrebbe completato la prima fila accanto alla Mercedes di Rosberg: Max Verstappen non ha voluto deludere i molti tifosi che sono arrivati in Belgio per sostenerlo. Il ragazzino della Red Bull è riuscito a stampare uno strepitoso 1'46"893 nel primo tentativo della Q3, portando la sua RB12 in seconda posizione. Va detto che la squadra di Milton Keynes è riuscita a mettere nelle mani dell'olandese una macchina perfetta dopo il problema al cambio che lo aveva bloccato nelle ultime prove libere.

Max ha capitalizzato al massimo la qualifica, visto che domani sarà l'unico pilota delle prime tre file a schierarsi in griglia con le gomme Supersoft, mentre tutti gli altri avranno l'opportunità di sfruttare le più durevoli Soft. La Ferrari ha fallito la prima fila per appena 17 millesimi e la pole position per 166 millesimi: la SF16-H non è mai arrivata così vicina alle Mercedes!

Kimi Raikkonen, dopo aver commesso un errore a Stavelot nel primo stint della Q3, si è riscattato nel giro conclusivo chiudendo un perfetto 1'46"910. Sebastian Vettel è dietro al compagno di squadra, ma il tedesco si è lamentato che la gomma sia finita prima di chiudere il giro buono. La Rossa, comunque, ha rivelato un buon potenziale e può entrare in lotta per le prime posizioni.

Ci si aspettava di più da Daniel Ricciardo che si è aggrappato al quinto posto con un distacco di quattro decimi dalla vetta, dopo un errore che lo ha innervosito nella fase decisiva della qualifica. Le due Force India hanno capitalizzato il sesto e settimo posto con Sergio Perez davanti a Nico Hulkenberg di un decimo.

Jenson Button ha fatto il miracolo di portare la McLaren nella top ten: l'inglese ha piazzato la MP4-31 al nono posto nel sandwich delle due Williams con Valtteri Bottas ottavo e Felipe Massa decimo.

Romain Grosjean resta fuori dalla top ten con la Haas ma centra un buon 11esimo posto, mentre Esteban Gutierrez che ha concluso la Q2 al 13esimo posto dovrà retrocedere di cinque posizioni per aver pericolosamente bloccato Pascal Wehrlein all'uscita del Raidillon nelle libere tre, rimanendo pericolosamente in traiettoria nel giro di rientro ai box.

Bene le due Renault con Kevin Magnussen 12esimo e Jolyon Palmer 14esimo alla sua migliore prestazione in prova con la R.S.16. Delude la Toro Rosso con Carlos Sainz solo 15esimo: lo spagnolo è riuscito a passare la Q1, mentre non riesce a trovare uno straccio di forma decente Daniil Kvyat con la Toro Rosso: il russo è finito dietro al debuttante Esteban Ocon con la Manor. La STR11 è una monoposto che non si adatta ai tracciati veloci e a Spa va in crisi, ma Kvyat non ha ancora digerito la retrocessione a Faenza dalla Red Bull Racing. 

Positiva la prestazione di Pascal Wehrlein che porta la Manor in Q2 accontentadosi poi della 16esima posizione: il tedesco ha "sentito" la concorrenza del debuttante Esteban Ocon. Il 19enne francese è 18esimo, ma ha ammesso lui stesso di non aver ancora il giusto feelin con la gomma a mescola Supersoft. Diamogli tempo...

Continua il weekend di... passione per Fernando Alonso. I tecnici della Honda erano sicuri di aver risolto il problema tecnico che ha bloccato lo spagnolo anche nel terzo turno di libere questa mattina, ma l'iberico è riuscito a completare solo l'installation lap, prima di parcheggiare la sua MP4-31 dopo il Raidillon con un guaio alla power unit. Anche Fernando non si è affannato visto che pagherà 35 posizioni di penalizzazione sulla griglia dopo aver omologato due motori nuovi con sette gettoni di sviluppo.

Male le Sauber: la C35 Spec B ha deluso le aspettative con Felipe Nasr 17esimo e Marcus Ericsson 2oesimo. La risalita della squadra svizzera sembra più difficile del previsto. Evidentemente i problemi non sono solo di natura finanziaria...

Cla#PilotaChassisMotoreTempoGapkm/h
1 6  Nico Rosberg  Mercedes Mercedes 1'46.744   236.213
2 33  Max Verstappen  Red Bull TAG 1'46.893 0.149 235.884
3 7  Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 1'46.910 0.166 235.846
4 5  Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 1'47.108 0.364 235.410
5 3  Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 1'47.216 0.472 235.173
6 11  Sergio Perez  Force India Mercedes 1'47.407 0.663 234.755
7 27  Nico Hulkenberg  Force India Mercedes 1'47.543 0.799 234.458
8 77  Valtteri Bottas  Williams Mercedes 1'47.612 0.868 234.308
9 22  Jenson Button  McLaren Honda 1'48.114 1.370 233.220
10 19  Felipe Massa  Williams Mercedes 1'48.263 1.519 232.899
11 8  Romain Grosjean  Haas Ferrari 1'48.316 1.572 232.785
12 20  Kevin Magnussen  Renault Renault 1'48.485 1.741 232.422
13 30  Jolyon Palmer  Renault Renault 1'48.888 2.144 231.562
14 55  Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Ferrari 1'49.038 2.294 231.244
15 94  Pascal Wehrlein  Manor Mercedes 1'49.320 2.576 230.647
16 12  Felipe Nasr  Sauber Ferrari 1'48.949 2.205 231.433
17 31  Esteban Ocon  Manor Mercedes 1'49.050 2.306 231.218
18 21  Esteban Gutierrez  Haas Ferrari 1'48.598 1.854 232.181
19 26  Daniil Kvyat  Toro Rosso Ferrari 1'49.058 2.314 231.201
20 9  Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 1'49.071 2.327 231.174
21 14  Fernando Alonso  McLaren Honda      
22 44  Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 1'50.033 3.289 229.153

 

 

Articolo successivo
Red Bull: il cambio di Verstappen è stato riparato. Nessuna penalità

Articolo precedente

Red Bull: il cambio di Verstappen è stato riparato. Nessuna penalità

Articolo successivo

Vettel: "Davanti siamo tutti vicini, abbiamo una buona strategia"

Vettel: "Davanti siamo tutti vicini, abbiamo una buona strategia"
Carica i commenti