Ricciardo urla di gioia: "Non pensavo di essere in pole, sono esploso!"

condividi
commenti
Ricciardo urla di gioia:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
27 ott 2018, 19:57

Grazie ad un giro incredibile alla fine della Q3, l'australiano della Red Bull ha beffato per 26 millesimi il suo compagno di squadra Verstappen e domani scatterà davanti a tutti per cercare di vincere il GP del Messico.

Il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia nel parco chiuso
Il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia nel parco chiuso
Il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing, festeggia nel parco chiuso
Il poleman Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14, nel parco chiuso
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14 ed Esteban Ocon, Racing Point Force India VJM11
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14

La festa Red Bull era già annunciata e pronta in qualifica a Città del Messico, ma ad ottenere la pole position non è stato Max Verstappen, bensì Daniel Ricciardo, autore di una prestazione fantastica in Q3 che domani gli consentirà di partire davanti a tutti.

L'australiano ha beffato praticamente tutto il lotto dei suoi avversari (compagno di squadra compreso), andando a prendersi la partenza al palo che gli mancava da Monte Carlo, in una prima fila tutta Red Bull che mancava dal 2013 e una pole che è la 60a per la squadra anglo-austriaca.

"Non ero assolutamente convinto di aver fatto una buona tornata, appena ho saputo di essere in pole position sono esploso esultando, ma adesso bisogna che mi tenga qualche energia per domani e mi sto calmando, anche se sono veramente felicissimo - ha affermato un sorridentissimo Ricciardo, che nel giro di rientro aveva urlato come un pazzo via radio - Mi mancava da tempo essere davanti, ma in generale era da tempo che non riuscivo a passare un bel weekend".

Le sessioni di libere di ieri e di questa mattina avevano detto che l'uomo da battere era Verstappen. E infatti Ricciardo lo ha battuto!   

Leggi anche:

"Max è stato davanti per tutto il fine settimana, io ho sofferto un po', ma sapevo di avere qualcosa in più e l'ho tirato fuori alla fine. Credo sia stata una bella battaglia fra di noi e sono contento di aver messo insieme un buon giro".

Daniel ha fatto la differenza nel secondo tentativo della Q3, superando il compagno con un giro che in realtà non è stato così perfetto come è apparso.

"Il primo tentativo non è andato benissimo. Dovevo migliorare nel secondo e onestamente il primo settore non era stato così buono. A quel punto sicuramente non pensavo di poter andare davanti, ma ho fatto la differenza nel secondo e nel terzo tirando fuori tutto quello che avevo. A volte le qualifiche possono essere entusiasmanti e oggi è una bella dimostrazione di ciò".

"Era da Monte Carlo che non riuscivo ad andare davanti, qui è speciale. Abbiamo fatto doppietta in queste qualifiche grazie ad un ottimo passo ed è molto bello, ma dobbiamo completare il lavoro domani". 

 
Articolo successivo
F1 Messico, Qualifiche: Ricciardo in pole rovina la festa a Verstappen!

Articolo precedente

F1 Messico, Qualifiche: Ricciardo in pole rovina la festa a Verstappen!

Articolo successivo

Vettel: "Sul dritto la Ferrari è veloce, dobbiamo attaccare al via"

Vettel: "Sul dritto la Ferrari è veloce, dobbiamo attaccare al via"
Carica i commenti