Ricciardo: "Verstappen mi batte in qualifica? E' più veloce a capire il set-up"

condividi
commenti
Ricciardo:
Di: Scott Mitchell
Co-autore: Adam Cooper
12 ott 2018, 10:57

Daniel Ricciardo è riuscito a stare davanti in qualifica al compagno di team in sole quattro occasioni in questa stagione. L'australiano ha parlato di problematiche nella comprensione dell'assetto della sua Red Bull ed anche di sfortuna.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14

Daniel Ricciardo è riuscito a conquistare due successi nei primi sei appuntamenti della stagione, ma dopo la vittoria di Monaco non è più riuscito a salire sul podio.

L’australiano è stato surclassato dal compagno di team, Max Verstappen, riuscendo a precedere l’olandese in soli quattro appuntamenti sui diciassette sino ad ora disputati, e nelle sessioni che entrambi hanno disputato è rimasto alle spalle di Verstappen, in media, di 2 decimi.

“E’ stato piuttosto squallido” ha dichiarato Ricciardo.

“Forse sono rimasto con la testa a Monaco perché pensavo che la felicità di quel weekend potesse accompagnare per tutta la stagione”.

“Lo scorso anno non ero contento delle mie qualifiche. Pensavo che all’inizio di questa stagione sarei riuscito a migliorare delle cose, ma non sono riuscito a  perfezionare tutto. Forse è Max che è cresciuto notevolmente. Non lo so, ma non sono pronto ad arrendermi”.

L’australiano ha riconosciuto i meriti di Verstappen in questa stagione ma ha aggiunto che l’essere stato dietro all’olandese in numerose sessioni di qualifica non dipenda dal maggior coraggio mostrato da Max in alcune curve o altre storie simili.

Ricciardo ha poi aggiunto: “Mi piacerebbe essere più attivo su alcuni aspetti, come il set up. Mi sento come se perdessimo troppo tempo per capirlo, quando ormai è tardi. Credo che stiamo ancora imparando, e questo è l’aspetto che ha consentito a Max di stare davanti”.

Negli ultimi appuntamenti, inoltre, l’australiano non è stato assecondato dalla fortuna essendo costretto a partire dalle retrovie a seguito di numerosi problemi tecnici.

In Ungheria ed in Belgio è stato l’improvviso arrivo della pioggia a condizionare le sue qualifiche, mentre in Germani, Italia, Russia ha dovuto pagare penalità per sostituzioni alla sua power unit ed in Giappone ha accusato un problema all’acceleratore che gli ha impedito di prendere parte alla Q2.

“Abbiamo sofferto la possibilità di non poter disputare un weekend pulito dall’inizio alla fine”.

“Non voglio parlare di negatività, ma è come se la fortuna ci abbia voltato le spalle e non so perché. Ovviamente sono frustrato ma non voglio arrendermi e voglio tirare fuori il meglio. Sono certo che questo periodo passerà ad un certo punto di questa stagione”.

 

Prossimo articolo Formula 1
Ufficiale: la Williams punta su George Russell con un accordo pluriennale

Articolo precedente

Ufficiale: la Williams punta su George Russell con un accordo pluriennale

Articolo successivo

Retroscena: Russell in Williams grazie a una telefonata decisiva fatta a Lowe lo scorso luglio!

Retroscena: Russell in Williams grazie a una telefonata decisiva fatta a Lowe lo scorso luglio!
Carica i commenti