Ricciardo penalizzato di dieci secondi: da settimo scivola all'undicesimo posto

Esce dalla zona punti l'australiano che nell'ultimo giro del GP di Francia ha sommato due penalizzazioni di 5 secondi (e tre punti sulla patente) per essere andato oltre i limiti della pista con la sua Renault nei sorpassi decisivi a Raikkonen e Norris.

Ricciardo penalizzato di dieci secondi: da settimo scivola all'undicesimo posto

Oltre due ore dopo la bandiera a scacchi del Gran Premio di Francia, il collegio dei Commissari Sportivi ha ufficializzato la penalità di dieci secondi che ha retrocesso Daniel Ricciardo dalla settima all’undicesima posizione.

Gli stewards hanno evidenziato due infrazioni (entrambe valse una penalità di cinque secondi), avvenute nell’ultimo giro di gara.

Ricciardo è arrivato alla staccata della chicane alle spalle di Lando Norris, affiancando il pilota della McLaren in fase di frenata. L’australiano si è scomposto, e tornando in pista ha costretto Norris (spinto dalla Renault) ad uscire a sua volta di pista per evitare la collisione. Questa è stata la prima infrazione contestata a Ricciardo. 

Leggi anche:

 

La bagarre tra Daniel e Norris ha favorito Kimi Raikkonen, che in uscita dalla chicane ha sfilato sia la McLaren e la Renault, ma Ricciardo ha affiancato l’Alfa Romeo passandola e usando lo spazio interno della pista, oltrepassando la linea bianca continua. Anche questa infrazione è stata punita, e per Ricciardo si è così sommata la sanzione complessiva di dieci secondi. “Nessun rimpianto, ci ho provato – ha commentato Daniel – ho preferito provarci piuttosto che correre senza cuore”.

All'australiano sono stati tolti anche tre punti sulla patente (2+1).

condividi
commenti
Ala posteriore flessibile? La FIA impone due bulloni di fissaggio senza alcun gioco

Articolo precedente

Ala posteriore flessibile? La FIA impone due bulloni di fissaggio senza alcun gioco

Articolo successivo

Binotto: "Cerchiamo più carico aerodinamico a scapito della velocità per far funzionare le gomme"

Binotto: "Cerchiamo più carico aerodinamico a scapito della velocità per far funzionare le gomme"
Carica i commenti