Retroscena Mercedes: Hamilton non beve in gara e risparmia 1 kg!

condividi
commenti
Retroscena Mercedes: Hamilton non beve in gara e risparmia 1 kg!
Di:
16 mag 2017, 08:58

Il vincitore del GP di Spagna ha rischiato di disidratarsi nella lotta con Vettel: l'inglese dall'inizio del campionato corre senza borraccia perché la W08 supera il peso minimo. Lewis fa risparmiare un 1 kg visto che la freccia d'argento è sovrappeso.

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, race winner, crosses the line to the delight of his team
Podio: il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08, pit stop action
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H, battles, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08

La Mercedes non è ancora arrivata al limite del peso minimo fissato quest’anno dal regolamento: con l’evoluzione della W08, che si è dotata di un pacchetto aerodinamico molto appariscente per il debutto in Spagna, la squadra di Brackley non si è ancora concessa il lusso di montare la zavorra, segno che la freccia d’argento non è ancora arrivata ai fatidici 728 kg nella somma fra monoposto e pilota.

È per questa ragione che Lewis Hamilton quest’anno ha deciso di rinunciare alla borraccia che gli permette di dissetarsi durante il GP per contribuire al risparmio di peso. La competitività della Ferrari costringe la Mercedes a gare tirate dall’inizio alla fine durante le quali si deve curare ogni minimo dettaglio per vincere.

La mancanza di bevande dovrebbe aver permesso un risparmio di un chilo di peso all’inizio della gara: normalmente i fisioterapisti dei piloti riempiono una sacca (molto leggera) con liquidi che contengono integratori. La bevanda varia a seconda della sete dei conduttori: c’è chi fa un GP con 750 cc e chi, invece, arriva a consumare quasi 1 litro.

1 kg di peso vale 35 centesimi di secondo al giro (visto che 10 kg a Barcellona costano 0”35), vale a dire poco più di 2”3 nell’arco dell’intera corsa, dando per scontato che non si registri un rendimento del pilota a fine GP quando inizia a perdere concentrazione per la stanchezza e la disidratazione.

Fino allo scorso anno le monoposto erano facili da guidare ed erano poco impegnative fisicamente, mentre le F.1 attuali con le gomme larghe e il maggiore carico aerodinamico hanno incrementato la velocità di percorrenza in curva fino a 30 km/h con un aumento della forza laterale di 2G.

Dopo la gara Hamilton ha spiegato che ogni lo sforzo fisico e mentale varia da GP a GP…
"Penso che dipenda dal tipo di gara che si deve disputare. In Russia per esempio, ho dovuto abbassare il passo per un surriscaldamento della monoposto, mentre in altre occasioni si deve risparmiare del carburante. Oggi ho dovuto tirare dall’inizio alla fine con un Sebastian indiavolato...”.

"Ho corso senza avere la borraccia in macchina per risparmiare peso, e quindi non ho bevuto durante il GP. E alla fine ho usato tutte le energie che avevo: è normale che la mia frequenza cardiaca sia arrivata al picco!”.

Articolo successivo
Wolff: "La novità di Barcellona è che la W08 funziona anche con le soft"

Articolo precedente

Wolff: "La novità di Barcellona è che la W08 funziona anche con le soft"

Articolo successivo

Fotogallery: i team radio più divertenti del GP di Spagna

Fotogallery: i team radio più divertenti del GP di Spagna
Carica i commenti