Report F1: l'allarme motori ora scuote la Mercedes

Centesima vittoria in carriera per Lewis Hamilton, ma l'inglese - oltre che la ritrovata vetta della classifica - vede anche i fantasmi di problemi possibili alla sua power unit. Due motorizzati Mercedes hanno dovuto sostituire le loro unità, mentre Verstappen chiude il GP in seconda posizione

Bittersweet. Situazione che si può definire dolceamara per Lewis Hamilton: se è vero che l'inglese è il primo pilota della storia a toccare le 100 vittorie in carriera in Formula 1, è altrettanto vero che adesso il campione del mondo in carica deve iniziare a fare i conti con le risorse a disposizione.

L'affidabilità, fino ad Abu Dhabi, giocherà un ruolo determinante: Max Verstappen ha smarcato la quarta power unit nella maniera migliore possibile, conquistando un insperato secondo posto sotto la bandiera a scacchi dopo essere partito dall'ultima posizione in griglia. Anche Hamilton, quando e se sarà chiamato a fare questa scelta, dovrà necessariamente conquistare un risultato all'altezza.

A Bottas, infatti, non è stata cambiata la power unit per motivi tattici, ma per motivi puramente di necessità: la quarta unità montata a Monza ha dato importanti problemi, costringendo i tecnici ad installare il quinto motopropulsore completo.

E di gare alla fine ne mancano sempre sette...

condividi
commenti
McLaren: perché è una seconda vittoria buttata via
Articolo precedente

McLaren: perché è una seconda vittoria buttata via

Articolo successivo

Minardi: "Norris straordinario, la McLaren complice nell'errore"

Minardi: "Norris straordinario, la McLaren complice nell'errore"
Carica i commenti