Report F1 Austria: Mercedes paga una W12 plafonata

Andiamo ad analizzare il Gran Premio d'Austria, nona prova del Mondiale 2021 di Formula 1, insieme a Franco Nugnes, Giorgio Piola e Roberto Chinchero. Max Verstappen domina in lungo ed in largo per tutto il fine settimana, replicando quanto visto sette giorni fa. Naufraga Hamilton, che chiude al quarto posto: la W12 paga un'assenza di sviluppo

Il Gran Premio d'Austria incorona Max Verstappen e lo lancia prepotentemente in chiave mondiale. L'olandese ha fatto il bello ed il cattivo tempo, impressionando per un'estrema facilità di guida di una RB16B perfetta in ogni situazione.

Chi invece è rimasto al palo è la Mercedes: a Brackley hanno conquistato un secondo posto con Valtteri Bottas e solo un quarto con Lewis Hamilton. La W12 sembra non essere all'altezza delle monoposto vincenti che l'hanno preceduta. 

In Mercedes devono capire cosa fare per il prosieguo della stagione: abbandonare il campo in favore Red Bull oppure indirizzare forze e sviluppo sulla stagione 2021...

condividi
commenti
F1: regola dei sorpassi chiara, ma se non piace la si riscriva
Articolo precedente

F1: regola dei sorpassi chiara, ma se non piace la si riscriva

Articolo successivo

La FIA risponde alla critiche per le penalità in Austria

La FIA risponde alla critiche per le penalità in Austria
Carica i commenti