Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Renault: sono comparse due alette sul vanity panel della R.S.19

condividi
commenti
Renault: sono comparse due alette sul vanity panel della R.S.19
Di:
22 mag 2019, 19:07

Sulla Renault ci sono diverse modifiche nel tentativo di aumentare il carico aerodinamico: oltre ai flap che somigliano a quelli della Mercedes, c'è un nuovo alettone da alto carico e una T-wing a doppio profilo con un soffiaggio.

La Renault ha introdotto due novità tecniche nel Principato: sul vanity panel della R.S.19 sono comparse due alette ai bordi dello sfogo d’aria dell’S-duct che richiamano quelle della Mercedes. L’intento è molto chiaro: aumentare il carico aerodinamico, cercando anche di portare una maggiore quantità di flusso in basso verso il diffusore posteriore.

Renault R.S.19, dettaglio della sospensione anteriore con le cover tagliate

Renault R.S.19, dettaglio della sospensione anteriore con le cover tagliate

Photo by: Giorgio Piola

Nella stessa immagine di Giorgio Piola si osservano anche le cover in carbonio del triangolo superiore della sospensione anteriore che sono state tagliate per fare in modo che i piloti possano utilizzare un maggiore angolo di sterzo per affrontare senza problemi il tornante della vecchia Stazione, evitando che la gomma possa sfregare contro i bracci.

Leggi anche:

Renault R.S.19, dettaglio dell'ala posteriore da alto carico

Renault R.S.19, dettaglio dell'ala posteriore da alto carico

Photo by: Giorgio Piola

Da Enstone hanno portato anche un’ala posteriore da alto carico con un profilo principale a corda molto lunga e un flap mobile caratterizzato da un visto nolder.

Renault R.S.19, dettaglio dell'ala posteriore

Renault R.S.19, dettaglio dell'ala posteriore

Photo by: Giorgio Piola

La T-wing è di tipo biplano con l’elemento inferiore che mostra un lungo soffiaggio e un’inarcatura sopra allo scarico principale. Non manca anche un piccolo Monkey seat che si ancora ai due piloni di sostegno dell’ala posteriore.

Articolo successivo
Red Bull: sul nasino non c'è più il foro, sul fondo quattro nuovi generatori di vortice

Articolo precedente

Red Bull: sul nasino non c'è più il foro, sul fondo quattro nuovi generatori di vortice

Articolo successivo

Leclerc correrà al GP di Monaco con un casco dedicato al padre e a Jules Bianchi

Leclerc correrà al GP di Monaco con un casco dedicato al padre e a Jules Bianchi
Carica i commenti