Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

Renault ammette: "Abbiamo cambiato un po' troppo la power unit"

condividi
commenti
Renault ammette: "Abbiamo cambiato un po' troppo la power unit"
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
14 ago 2017, 10:31

La Renault ha ammesso di aver fatto un cambiamento troppo grande alla sua power unit rispetto allo scorso anno, pagando il prezzo in termini di affidabilità.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB13 stopped on the circuit
Jolyon Palmer, Renault Sport F1 Team RS17 stops on the circuit
Cyril Abiteboul, Managing Director, Renault Sport F1 Team, nella conferenza stampa dei Team Principa
Alan Permane, Ingegnere di pista Renault Sport F1 Team, Cyril Abiteboul, Managing Director Renault S
Nico Hulkenberg, Renault Sport F1 Team RS17
Jolyon Palmer, Renault Sport F1 Team RS17
Renault Sport F1 Team RS17 in the garage
Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-17, Jolyon Palmer, Renault Sport F1 Team RS17

Dopo aver ritenuto che la sua power unit abbia raggiunto il limite a livello di sviluppo, la Renault ha rinnovato il suo concetto per cercare di ridurre il gap nei confronti di Mercedes e Ferrari.

Nella prima parte della stagione ci sono stati diversi problemi di affidabilità, che hanno incluso la necessità di tornare ad utilizzare la MGU-K dello scorso anno. Una situazione che ha portato Cyril Abiteboul a confessare che le sue ambizioni forse erano state troppo grandi.

"Non sarei professionale se dicessi che questi erano problemi previsti, perché quando progetti un nuovo motore non prevedi mai che non funzionerà" ha dichiarato Abiteboul a Motorsport.com. "La realtà, è che è una cosa frustrante perché non siamo stati ancora in grado di azzeccare il progetto al primo colpo".

"Detto questo, abbiamo apportato tante modifiche al motore: l'architettura è completamente diversa ed anche l'ERS è completamente diversa".

"Abbiamo intrapreso la sfida di fare tutte queste modifiche in un solo inverno e, francamente, penso che ne abbiamo fatte un po' troppe".

Circolo Vizioso

Abiteboul crede comunque che i problemi di affidabilità della Renault siano stati resi maggiormente evidenti dalla necessità di far ruotare le componenti difettose.

"Quando inizia qualche difficoltà a livello di affidabilità, bisogna iniziare a fare alcuni mix nel box" ha detto.

"Prendi una MGU-H da un motore, prendi un turbo da un altro motore, la MGU-K da un altro e poi cominci a fare un mostro!

"Questo ha reso tutto un po' più difficile per i ragazzi che lavorano sul motore, inoltre può capitare di commettere qualche errore in questi frangenti. Ciò ha peggiorato la situazione, facendoci finire in una sorta di circolo vizioso".

"Detto questo, abbiamo avuto qualche problemi di affidabilità anche sul fronte del telaio. L'ultimo è quello che è successo a Palmer nel giro ricognizione di Silverstone, assolutamente indipendente dal motore".

"Ancora una volta però possiamo dire che la squadra è giovane. Abbiamo cambiato molti meccanici e molte persone anche in fabbrica. Per questo non credo che la nostra sia mancanza di qualità, quanto mancanza di esperienza".

Prossimo anno

Dopo aver affrontato questi problemi di affidabilità, Abiteboul è fiducioso che la Renault l'anno prossimo inizierà la stagione in una situazione migliore.

"Il peggio è quasi alle spalle, non ancora del tutto, ma questo è stato un anno che ci ha permesso di consolidarci sul fronte del motore".

"Ci sarà molta più stabilità l'anno prossimo e saremo in grado di concentrarci sul cercare di tirare fuori più prestazione dalle varie componenti che abbiamo introdotto. Speriamo in maniera più affidabile".

Articolo successivo
Intervista esclusiva: scopriamo Budkowski, responsabile tecnico FIA

Articolo precedente

Intervista esclusiva: scopriamo Budkowski, responsabile tecnico FIA

Articolo successivo

Raikkonen pronostica Leclerc come una futura stella della F.1

Raikkonen pronostica Leclerc come una futura stella della F.1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Renault F1 Team
Autore Jonathan Noble