Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
15 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
50 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
71 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic
FP1 in
78 giorni

Renault, Abiteboul ammette: "Dopo l'addio di Red Bull non riusciamo a mostrare i progressi del V6"

condividi
commenti
Renault, Abiteboul ammette: "Dopo l'addio di Red Bull non riusciamo a mostrare i progressi del V6"
Di:

Abiteboul, boss di Renault F1, ha affermato che nelle prime 5 gare le R.S.19 hanno corso depotenziate per problemi d'affidabilità dovuti alla MGU-K e alle bielle.

La prima parte del Mondiale 2019 di Formula 1 non è certo stato all'altezza delle aspettative per il team Renault di Formula 1. Giunto quarto nel Mondiale Costruttori 2018, il team diretto da Cyril Abiteboul ha dovuto affrontare diverse difficoltà nei primi 5 GP di questa stagione.

Una di queste è un problema alle bielle del V6 Renault 2019, che hanno costretto al ritiro Nico Hulkenberg in Bahrain. Da quel momento in poi la squadra che ha base a Enstone ha dovuto adottare misure di contenimento per cercare di evitare altri problemi analoghi.

Le power unit Renault hanno così girato depotenziate sino a Barcellona, ma ora il team, a partire dal Gran Premio di Monaco, sembra poter sfruttare tutto il potenziale del motore.

"Quest'inverno abbiamo avuto l'opportunità di concentrarci adeguatamente sul guadagno di potenza e di prestazione e di competitività", ha dichiarato Abiteboul. "Ciò significa che abbiamo consapevolmente deciso di concentrarci sulle prestazioni, a scapito dell'affidabilità".

Leggi anche:

"Questo significa che un certo numero di motori che avrebbero dovuto essere utilizzati sul banco prova per garantire l'affidabilità sono stati effettivamente utilizzati per sviluppare le prestazioni. Ciò ci ha portato ad avere un ottimo incremento di prestazioni da parte del motore, ma l'affidabilità è inferiore agli standard".

"Abbiamo avuto un paio di problemi. Uno, quello conosciuto, alla MGU-K, l'altro invece, quello che ha bloccato Hulkenberg in Bahrain, è dovuto a una biella. E' una componente che in generale non vorresti rompere mai, perché risiede nella parte inferiore del motore ed è una parte fondamentale".

Abiteboul ha sottolineato come le prestazioni del team a Shanghai e Baku siano state compromesse a causa dell'impossibilità di utilizzare la piena potenza del motore.

"Era un problema che non avevamo identificato nel corso dell'inverno, non avevamo un piano di riserva, ma allo stesso tempo posso dire che è stato un duro colpo. Per questo abbiamo dovuto ridurre di tanto la potenza dei nostri motori anche nelle gare successive".

"Abbiamo fatto uno sforzo enorme nelle ultime 5 settimane. Siamo riusciti a individuare il problema, capire come risolverlo, progettarlo nuovamente, creare nuove componenti, testarle e creare una quantità sufficiente di nuovi motori per noi e la McLaren in tempo per la Spagna. Ecco perché abbiamo fatto esordire il nuovo motore a Barcellona".

Ora Abiteboul ha affermato che Renault sarà in grado di sfruttare in pieno le potenzialità della nuova unità motrice. "A Barcellona abbiamo aumentato le prestazioni del motore, ma non del tutto, perché avevamo bisogno di ottenere dei feedback, fare analisi e vedere che tutto funzionasse correttamente".

"In questo fine settimana, a Monaco, faremo un altro passo avanti. Quindi, fondamentalmente, torneremo al livello di competitività che il motore aveva all'inizio della stagione, che erano davvero buone".

"Il guadagno che avevamo previsto era di 50 KW in 12 mesi. Ne abbiamo già guadagnati 40 e puntiamo ad averne altri 10 nel cordso della stagione. Dalle nostre analisi vediamo che ora siamo allo stesso livello di Ferrari e Mercedes nel corso della gara. Siamo dietro alla Ferrari nelle Qualifiche".

Per concludere, il boss di Renault Sport ha aggiunto: "Perdendo la fornitura alla Red Bull abbiamo perso l'opportunità di dimostrare i progressi fatti dal motore. Lo sapevamo, per questo dobbiamo cercare di mostrarlo con il nostro team".

Hockenheim vuole tenersi la Formula 1: "Ma non dipende solo da noi"

Articolo precedente

Hockenheim vuole tenersi la Formula 1: "Ma non dipende solo da noi"

Articolo successivo

Il GP di Francia è molto più di una gara – Intervista con Eric Boullier

Il GP di Francia è molto più di una gara – Intervista con Eric Boullier
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Renault F1 Team
Autore Adam Cooper