Regole 2021: il volante - computer può essere nella lista dei 15 pezzi standard?

condividi
commenti
Regole 2021: il volante - computer può essere nella lista dei 15 pezzi standard?
Di:
04 apr 2019, 16:24

La FIA ha consegnato alle squadre quali potrebbero essere gli elementi standard sulle monoposto 2021. Dovrebbero essere pezzi che non impattano sulle prestazioni e di poco conto per i tifosi, ma l'impianto frenante (disco, pastiglia e pinza) è giusto che diventi uguale per tutti?

Nicholas Tombazis, delegato tecnico FIA per le monoposto, ce lo aveva anticipato durante i test invernali di Barcellona che la lista dei pezzi standard da introdurre sulle monoposto 2021 sarebbe stata importante, ma aveva anche detto che sarebbero state parti che non avrebbero avuto influenza sulle prestazioni e per il fatto che sarebbero stati elementi nascosti sotto alla carrozzeria che non avrebbero avuto un impatto negativo sui tifosi.

L’elenco condiviso fra la FIA e Liberty Media è stato presentato alle squadre prima del Bahrain, suscitando reazioni molto variegate. La sensazione è che la lista sia molto lunga per aprire una trattativa e arrivare poi a un’asciugatura più concreta.

Il CEO della Ferrari, Louis Camilleri, presente per tutto il week end a Sakhir, ha detto senza tanti giri di parole che ci sono aspetti che possono essere condivisi, ma altri assolutamente no, sia sul piano normativo che finanziario e tecnico.

Leggi anche:

L’obiettivo di FIA e Liberty è di ridurre sensibilmente i costi della F1 per arrivare nel 2023 a un budget cap stimabile in 135 milioni di euro (non entrerebbero nel pacchetto gli stipendi dei piloti e dei manager di vertice e non si conteggerebbero nemmeno i costi di hospitality e marketing).

L’intenzione sarebbe di aprire il Circus a nuove squadre, ma il salto fra la F1 e qualsiasi altra categoria dell’automobilismo è enorme, tale da non suscitare l’interesse di nessuno, anche se a parole ci sarebbero cinque strutture disponibili.

La sensazione è che i tempi non siano ancora maturi per trovare un punto di sintesi, ma il fatto che la lista dei componenti da standarizzare sia venuta allo scoperto, lascia capire che sta arrivando il momento dei decisioni che deve prendere il posto di quello delle chiacchiere.

Sergio Marchionne era sempre stato durissimo contro la trasformazione della F1 in una sorta di NASCAR e siamo certi che avrebbe fatto un salto sulla sedia se gli avessero proposto questa lista di pezzi da standarizzare.

In realtà alcuni componenti sono già condivisi come l’Halo o le strutture antintrusione laterali e posteriori, mentre per il cambio è già attivo un tender per vedere se è possibile adottare la stessa scatola che conterrebbe l’ingranaggeria di sette marce più RM, mentre è difficile che si possa trovare la quadra sull’impianto frenante piuttosto che sul volante-computer che dovrebbe avere per tutti lo stesso numero di manettini e pulsanti e identico display.

Ecco la lista dei pezzi standard proposti:

  • cambio
  • Halo
  • pinze freno
  • disco freno
  • pastiglie dei freni
  • piantone dello sterzo e volante
  • cerchi
  • strutture antintrusione laterali e posteriori
  • assi
  • dado ruota
  • semi-asse
  • pedale del freno e dell’acceleratore
  • comando DRS
  • pompe del serbatoio
  • sistemi del pit stop
 
Articolo successivo
Montecarlo: posato il nuovo asfalto in attesa del Gran Premio di F1 2019

Articolo precedente

Montecarlo: posato il nuovo asfalto in attesa del Gran Premio di F1 2019

Articolo successivo

Fotogallery: Mick Schumacher tra Ferrari ed Alfa Romeo nel suo debutto in F1

Fotogallery: Mick Schumacher tra Ferrari ed Alfa Romeo nel suo debutto in F1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie