F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: sul nasino non c'è più il foro, sul fondo quattro nuovi generatori di vortice

condividi
commenti
Red Bull: sul nasino non c'è più il foro, sul fondo quattro nuovi generatori di vortice
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
22 mag 2019, 17:42

Sulla RB15 ci sono diverse modifiche per aumentare il carico aerodinamico su una pista come quella monegasca dove non conta l'efficienza, ma la spinta verticale. Oltre al muso più tradizionale si osservano un nuovo fondo e cerchi con nuovo disegno.

La Red Bull si è presentata a Monte Carlo con una RB15 molto rivista nel tentativo di scalzare la Ferrari dal ruolo di sfidante nel GP di Monaco. I tecnici di Milton Keynes sono intervenuti su diversi aspetti della monoposto nel tentativo di aumentare il carico di una macchina che sembra avere una evidente carenza di spinta verticale, mentre nel recente passato disponeva indiscutibilmente del migliore telaio.

Red Bull RB15: il muso ha un nasino senza il foro

Red Bull RB15: il muso ha un nasino senza il foro

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

La modifica più appariscente si osserva nell'anteriore con un nuovo muso caratterizzato dalla chiusura del foro sul nasino. La Red Bull, su una pista dove l'efficienza aerodinamica conta poco, rinuncia a una caratteristica che l'ha contraddistinta negli ultimi tre anni, tornando a una soluzione molto più tradizionale con la protuberanza anteriore che nella parte inferiore sembra avere un piccolo gozzo di pellicano per aumentare la downforce.

Leggi anche:

Il foro sulla punta del naso, accompagnato da una serie di laminatori di flusso, era funzionale a ridurre la resistenza all'avanzamento aumentando il passaggio di aria sotto alla scocca. E' evidente che c'è un cambiamento di filosofia piuttosto drastico nel tentativo di avvicinarsi alle frecce d'argento su una pista che è sempre stata favorevole alle macchine di Adrian Newey.

Red Bull Racing RB15, dettaglio del fondo con quattro generatori di flusso in prossimità della scimitarra

Red Bull Racing RB15, dettaglio del fondo con quattro generatori di flusso in prossimità della scimitarra

Photo by: Giorgio Piola

La RB15 adotta anche un nuovo fondo che è stato cambiato sul pavimento dietro ai deviatori di flusso: sono apparsi quattro generatori di vortice che hanno il compito di incrementare la downforce nel posteriore. E' interessante evidenziare che questi elementi non sono stati collocati in prossimità dei binari, ma in una posizione più centrale dove si osserva la presenza di un lungo soffiaggio che dà origine a una sorta di scimitarra di memoria ferrarista.

Red Bull RB15: ecco il nuovo cerchione anteriore

Red Bull RB15: ecco il nuovo cerchione anteriore

Photo by: Giorgio Piola

Nuovi anche i cerchi OZ anteriori: in precedenza circa a metà delle nove razze in magnesio si poteva notare un convogliatore d'aria perfettamente circolare, mentre adesso fra una razza e l'altra c'è una riduzione di materiale che dovrebbe permettere una maggiore estrazione di flusso caldo.

Sul gallettone di serraggio della ruota si osservano anche dei fori di alleggerimento che sono una mania di Adrian Newey.

Articolo successivo
Vettel: "Per la Ferrari la finestra di utilizzo delle gomme è molto piccola"

Articolo precedente

Vettel: "Per la Ferrari la finestra di utilizzo delle gomme è molto piccola"

Articolo successivo

Renault: sono comparse due alette sul vanity panel della R.S.19

Renault: sono comparse due alette sul vanity panel della R.S.19
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie