F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: sfogo della pancia enorme per l'aria molto rarefatta del Messico

condividi
commenti
Red Bull: sfogo della pancia enorme per l'aria molto rarefatta del Messico
Di: Giorgio Piola
26 ott 2018, 12:53

Non si era vista nemmeno a Monte Carlo una fiancata della Red Bull così grande in coda, tanto da carenare la sospensione posteriore. Per migliorare l'estrazione dell'aria calda c'è anche un nolder nel bordo d'uscita. L'ala è da massimo carico con T-wing e Mini monkey seat

La Red Bull ha portato in Messico una RB14 con un carico aerodinamico massimo che non si era visto nemmeno a Monte Carlo, il più classico dei circuiti cittadini. A causa della rarefazione dell’aria, visto che il circuito dedicato ai fratelli Rodriguez si trova a 2.240 metri di quota, i team hanno dovuto provvedere ad adattare le loro monoposto a queste condizioni.

In particolare si osserva come sia stato ingrandito lo sfogo d’aria calda dal retrotreno della Red Bull: siccome la portata del flusso è di minore densità per assicurare alla power unit Renault il necessario raffreddamento è necessario incrementare l’estrazione di calore dalle pance. 

Leggi anche:

Oltre a una carrozzeria con la forma a megafono che ha raggiunto la massima larghezza vista quest’anno, colpisce anche per l’altezza e la lunghezza: il braccio superiore della sospensione posteriore che solitamente non è coperto si trova quasi completamente carenato. Non solo, ma nel bordo d’uscita della pancia si osserva la presenza di un vistoso nolder che dovrebbe avere la funzione di favorire il risucchio dell’aria calda dalla fiancata.

Ovviamente l’immagine mette in evidenza anche l’ala posteriore molto carica con un flap mobile ad alta incidenza e come a Monte Carlo possiamo notare la T-wing bassa e il piccolo spoiler attaccato al mono pilone che sostiene l’ala con la funzione di piccolo Monkey seat. 

 
Red Bull Racing RB14, il retrotreno mostro l'enorme sfogo dell'aria dalle pance e il mini Monkey seat

Red Bull Racing RB14, il retrotreno mostro l'enorme sfogo dell'aria dalle pance e il mini Monkey seat

Photo by: Giorgio Piola

Articolo successivo
Ricciardo: "Non ho un motore diverso da Max, in Messico voglio vincere"

Articolo precedente

Ricciardo: "Non ho un motore diverso da Max, in Messico voglio vincere"

Articolo successivo

Leclerc: "Non temo la pressione che ci sarà andando alla Ferrari"

Leclerc: "Non temo la pressione che ci sarà andando alla Ferrari"
Carica i commenti