Red Bull: Newey chiede tempo per ottimizzare il KERS

Red Bull: Newey chiede tempo per ottimizzare il KERS

Al momento il recupero di energia sembra l'unico punto debole delle RB7

L'unico punto debole della velocissima Red Bull RB7 sembra essere il KERS. Ieri Sebastian Vettel ne ha dovuto fare a meno per alcuni giri nella seconda parte di gara, mentre Mark Webber non lo ha potuto utilizzare per l'intera durata del Gp della Malesia, pagandone lo scotto soprattutto alla partenza: sul lungo rettilineo di Sepang gli avversari hanno avuto vita facile per sfilarlo, facendolo scivolare al decimo posto. Con il Gp della Cina che incombe già nel prossimo weekend, Adrian Newey si è detto abbastanza convinto che difficilmente i problemi con il recupero di energia potranno trovare un rimedio in tempo per Shanghai. "La realtà è che si tratta di un dispositivo che sta vivendo la sua infanzia" ha spiegato Newey. "Noi non siamo un costruttore, quindi non è facile occuparsi dello sviluppo del KERS, un dispositivo con cui non abbiamo avuto esperienza in passato". "Inoltre bisogna tenere conto che bisogna portare avanti lo sviluppo in un clima di ristrettezza per quanto riguarda le risorse, sia economiche che di esperienza. Penso che la nostra curva di apprendimento sia veloce, ma non quanto ci manca per arrivare al punto più alto di questa curva è ancora tutto da vedere" ha aggiunto. "La questione è che stiamo ancora trovando nuovi potenziali problemi e questo sta un pò rallentando il nostro lavoro".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag auto elettrica