Red Bull: la RB13 torna al limite di peso con la MGU-K alleggerita?

A Spa Verstappen e Ricciardo potranno disporre di una versione più leggera della MGU-K fornita dalla Renault? La RB13 ha corso la prima metà della stagione sovrappeso di qualche chilo, mentre ora avrebbe completato una cura dimagrante...

La Red Bull RB13 è una monoposto che era nata per essere al limite del peso, ma la vettura di Milton Keynes ha disputato la prima metà della stagione senza arrivare ai 728 kg previsti come peso minimo dal regolamento tecnico 2017.

Come mai? La ragione è piuttosto semplice e dipendeva dalla power unit Renault. La Casa francese nell’inverno aveva approntato una MGU-K alleggerita rispetto alla versione utilizzata nel 2016 che, grazie a nuovi materiali, avrebbe dovuto garantire un sensibile calo di peso oltre ad una miniaturizzazione del sistema.

Al banco questa soluzione non aveva mostrato seri problemi, mentre una volta installata sulla RB13 nei test invernali di Barcellona si è rotta a ripetizione (forse per le vibrazioni), rivelando un’affidabilità precaria.

I motoristi di Viry-Chatillon, allora, avevano deciso di iniziare la stagione con la MGU-K meno evoluta dell’anno precedente, dovendo aggiungervi anche un impianto di refrigerazione nella speranza di garantire una vita del particolare di cinque GP, per cui c’è stato un aggravio di peso stimato in circa 5 kg.

La cosa non è finita lì, perché il regolamento di F.1 impone una ripartizione dei pesi definita a tavolino, per cui l’incremento di massa al posteriore doveva essere “bilanciato” da un aumento di peso anche all’anteriore. Se consideriamo che mediamente 10 kg valgono 0”3 nel tempo sul giro, è facile capire quale sia stato l’impatto sulla RB13 il ritorno ad una MGU-K del 2016.

Nei test svolti all’Hungaroring dopo il GP magiaro che ha preceduto la sosta estiva, la Renault ha riproposto una MGU-K più leggera per la RB13 anche se non in una configurazione estrema come si era vista nei test di inizio stagione: la monoposto rivista e corretta da Adrian Newey a Spa-Francorchamps potrebbe, quindi, beneficiare di una sostanziosa cura dimagrante.

In realtà i test ungheresi condotti nel primo giorno da Max Verstappen erano stati interrotti dopo l’installation lap a causa del cedimento della… MGU-K. Il pilota olandese era stato costretto a perdere quasi tutta la mattinata per la sostituzione del particolare rotto e per permettere agli ingegneri Renault di capire cosa fosse successo.

Dopo le accurate analisi era emerso che il cedimento era stato causato da un problema di montaggio e, quindi, da un errore umano. L’unità che è stata fornita in seguito, infatti, ha potuto girare senza accusare dei guasti restituendo il buon umore ai tecnici transalpini.

Tanto a Spa, quanto a Monza la RB13 alleggerita potrebbe trarre importanti vantaggi, permettendo magari a Max Verstappen e Daniel Ricciardo di avvicinare le grandi favorite Mercedes e Ferrari...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Sub-evento Anteprima
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Daniel Ricciardo , Max Verstappen
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie