F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: il retrovisore della RB15 diventa elemento aerodinamico come i supporti

condividi
commenti
Red Bull: il retrovisore della RB15 diventa elemento aerodinamico come i supporti
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
20 giu 2019, 15:06

La squadra di Milton Keynes già in Canada aveva presentato uno specchietto particolare che è stato ulteriormente trasformato in Francia, riducendone sensibilmente lo spessore per assumere una funzione aerodinamica.

La Red Bull continua a lavorare sullo strumento aerodinamico che è diventato lo specchietto: se le altre squadre si sono sbizzarrite nei supporti che ormai sono dei veri e propri deviatori di flusso, la squadra di Milton Keynes si è dedicata anche ai retrovisori.

In Canada sulla RB15 aveva fatto la sua comparsa uno specchietto molto sagomato nella parte più esterna e avvolto dal supporto a C, mentre in Francia ha fatto la sua comparsa un retrovisore molto più piatto, tale da avere subito dietro (nella sagoma concessa) un profilo che è un deviatore di flusso e che genera un soffiaggio, diventando a sua volta un elemento aerodinamico.

Red Bull Racing RB15, dettaglio della ruota anteriore tradizionale per il GP di Francia

Red Bull Racing RB15, dettaglio della ruota anteriore tradizionale per il GP di Francia

Photo by: Giorgio Piola

Sulla Red Bull sono scomparse anche le ruote anteriori con il cerchio di magnesio svasato a metà a razza che funzionava da estrattore: il team Adrian Newey è tornato a una soluzione più tradizionale.

Red Bull Racing: la ruota anteriore con il cerchio in magnesio visto in Canada

Red Bull Racing: la ruota anteriore con il cerchio in magnesio visto in Canada

Photo by: Giorgio Piola

Da non dimenticare nemmeno il fatto che la squadra di Milton Keynes ha potenziato il flusso d’aria che viene soffiato fuori dai cerchi anteriori: nell’immagine di Piola si può osservare che la porzione verticale della presa d’aria non è destinata al raffreddamento di disco e pinza, ma assolve solo a una funzione aerodinamica. La prima squadra a introdurre un concetto simile è stata la Ferrari che sulla SF90 ha introdotto questa soluzione da inizio anno.

Red Bull Racing RB15, dettaglio del condotto che soffia aria fra le razze del cerchio

Red Bull Racing RB15, dettaglio del condotto che soffia aria fra le razze del cerchio

Photo by: Giorgio Piola

Va detto che l’efficienza di questo soffiaggio è minore di quanto si ottenesse con il mozzo forato in uso l’anno scorso e vietato dalle regole 2019, perché lo sfogo a centro ruota non era perturbato dalle razze della ruota che, invece, sono in movimento.

Articolo successivo
Verstappen: "Le penalità in F1 non andrebbero mai date nel corso della gara"

Articolo precedente

Verstappen: "Le penalità in F1 non andrebbero mai date nel corso della gara"

Articolo successivo

Fotogallery F1: ecco i preparativi per il GP di Francia 2019

Fotogallery F1: ecco i preparativi per il GP di Francia 2019
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie