Red Bull: crash di Ricciardo nel filming day, RB14 subito danneggiata!

condividi
commenti
Red Bull: crash di Ricciardo nel filming day, RB14 subito danneggiata!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
20 feb 2018, 08:10

Daniel ha sbattuto a Silverstone con la parte anteriore della Red Bull RB14 al debutto in pista sul bagnato. L'australiano non è riuscito a completare i 100 km di shakedown per l'uscita di pista nel corso di un long run.

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing con una Aston Martin DB11
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing

Debutto bagnato, debutto fortunato? Ma manco a dirlo! Daniel Ricciardo ieri non è riuscito a completare i 100 chilometri a Silverstone del filming day concesso dalla FIA perché il pilota australiano ha perso la Red Bull RB14 sul bagnato ed è andato a sbattere piuttosto duramente contro le barriere: il pilota non ha riportato alcun danno fisico, mentre la macchina ne sarebbe uscita piuttosto malconcia.

La prima monoposto 2018 del team di Milton Keynes è risultata danneggiata nella parte anteriore: ala, muso, sospensione anteriore e tutti gli elementi aerodinamici (turning vanes, brageboard e pare anche i deviatori di flusso che sono tutti legati fra di loro) si sono rovinati, mentre non dovrebbe aver patito cedimenti la scocca.

Stando alle indiscrezioni, Ricciardo ha perso la RB14 su una pozza d’acqua mentre stava iniziando un long run che avrebbe completato la lunga giornata iniziata con il lancio delle prima immagini della vettura statica insede, a cui ha fatto seguito la prima uscita in pista a Silverstone.

La Red Bull Racing nella livrea camuflage blu e nera ha dato molto risalto al main sponsor che è l’Aston Martin e il filming day era dedicato proprio a valorizzare questa partnership oltre che valutare il potenziale dell’attesa RB14 con lo shakedown.

L’incidente che ha chiuso l’attività in pista è avvenuto quando Ricciardo aveva percorso più o meno i tre quarti della distanza concessa conditi anche da una serie di pit stop: le prime indicazioni raccolte sulla nuova vettura di Adrian Newey sono state comunque piuttosto positive, anche se il crash ha complicato i piani della squadra in vista dei test di Barcellona che inizieranno lunedì mattina sulla pista catalana, visto che è stata accelerata la costruzione di pezzi di ricambio.

L’avvio della stagione 2018 della Red Bull è stato un po' stentato: il primo giro è stato a lungo ritardato per un problema di pescaggio della benzina dal serbatoio ed era stato necessario smontare anche il fondo per risolvere il guaio.

C’era molta curiosità anche sulla power unit della Renault rinominata Tag Heuer: le indicazioni raccolte sul motore sono state positive, anche se sulla pista bagnata non è stato possibile valutare la potenza dell’unità di Viry Chatillon che nella versione montata sulla RB14 usa carburante Exxon Mobil, mentre Renault e McLaren saranno fornite da BP Castrol.

Prossimo articolo Formula 1
Williams: McKiernan nuovo capo degli ingegneri a Grove

Previous article

Williams: McKiernan nuovo capo degli ingegneri a Grove

Next article

Sochi: i promotori del GP valutano modifiche per favorire i sorpassi

Sochi: i promotori del GP valutano modifiche per favorire i sorpassi
Load comments